newsletter

Specchiomagazine Libri

 
Specchiomagazine Libri Incontro tra storie e lettori
Gruppo Facebook · 3 membri
Iscriviti al gruppo
 

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

Il negozio sotto casa, riqualificazione del sistema città

Last minute sotto casa

Last minute sotto casa

da www.vbtv.it

I piccoli alimentari
I negozietti sotto casa di una volta, dove oltre a fare la spesa ci si concedevano anche due chiacchiere, sono in grosse difficoltà anche da noi, sostituiti da anonimi supermercati. I pochi piccoli negozi sopravvissuti sono tuttavia una prova del fatto che le merci non si definiscono solo attraverso i prezzi. Un tempo la spesa nel negozio dietro l’angolo era – accanto a quella al mercato – l’unica possibilità di comprare generi alimentari. Purtroppo, a scomparire non solo soltanto i piccoli “alimentari”, ma anche negozietti di articoli specializzati come le cartolerie, le ferramente e le mercerie. Così, non solo è andata in crisi la rete di approvvigionamento locale.

Piccola bottega

Piccola bottega

Più traffico e più rifiuti
Il negozio sotto casa ci offre inoltre la possibilità di comprare esattamente la quantità di prodotto che ci serve, mentre nei supermercati troviamo porzioni preconfezionate e di conseguenza con la spesa si producono anche molti più rifiuti.
I piccoli negozi alimentari si trovano un po’ dappertutto nei quartieri e sono facilmente raggiungibili a piedi. I grandi supermercati invece si concentrano in genere in periferia e sono difficili da raggiungere senza macchina.
La pubblicità ci convince che la spesa serale o del sabato pomeriggio è il modo ideale di occupare il tempo libero di tutta la famiglia. In realtà, proprio di sabato i centri commerciali traboccano di gente e quindi tutto quanto si riduce a un bel po’ di stress e al trasporto a casa della merce acquistata.

Ecco alcuni consigli:

  • acquistare per ogni prodotto solo la quantità necessaria
  • sfruttare i negozietti di quartiere e evitare lunghi percorsi in macchina per fare la spesa
  • in genere, l’alimentari sotto casa usa meno imballaggi del supermercato
  • il negoziante è un esperto che vi può consigliare, evitando che compriate quantità o cose sbagliate
  • i negozi specializzati oltre al prodotto offrono anche consulenza, riparazioni e servizi aggiuntivi successivi all’acquisto.

 

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>