newsletter

Red Poet (Documentary Film about Jack Hirschman)

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

BLANCHE ACOUSTIC DUO

Porto Recanati. Mostra fotografica sul cantiere navale Gardano/Giampieri

13417475_1033823323339193_3849763514912010001_nUn’iniziativa pregevole quella del quartiere Centro e del suo giovane presidente Scalabroni. Ci riferiamo alla mostra fotografica sul cantiere navale Gardano/Giampieri, che verrà inaugurata sabato prossimo, 18 giugno, alle 17, nella palestra Diaz di corso Matteotti. Il cantiere ha avuto vita breve, dal 1941 al 1966, è morto dunque a soli 25 anni di età. Ma in questo tempo ha creato una sorta di miracolo: personale specializzato ad alto livello, capacità impensabile del fai-da-te (si costruivano da soli anche le gru), relazioni umane e sindacali di rispetto massimo dei ruoli in azienda. Il cantiere ha varato una trentina di imbarcazioni, dai motopescherecci in legno alle navi in acciaio, tra le quali vanno ricordate la prima, la Stamura che venne varata di poppa nel ’52 e poi, dopo bitumiere e motocisterne, i due gioielli della marineria da pesca italiana, la Stanislava e la Corrado II°, in mare alla metà degli anni ’60.

Di questo e del “miracolo” del cantiere navale portorecanatese, dei suoi celebri vari di fianco, dei problemi che ne causarono la chiusura e di molto altro ancora si parlerà sabato prossimo; si tratta per la Comunità di un’occa13434700_1033823530005839_6259648334848205238_nsione di fare qualche conto con il proprio passato sia per quanto c’è da valorizzare che da criticare. Come che sia, un’occasione di riflessione che non guasta davvero. La relazione centrale sarà tenuta dal direttore de “Lo Specchio magazine” Lino Palanca, coautore del volume che nel 2001 raccontò la storia del cantiere. E’ prevista la presenza di rappresentanti dell’amministrazione comunale. Coordinamento affidato al presidente Scalabroni.-

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>