bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
maggio: 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Michael Moore ‘invade’ Lardini

Ansa

Ansa

Ansa

Azienda abbigliamento marchigiana in film “Where to invade next”. La Lardini Abbigliamento di Filottrano è una delle due aziende italiane “invase” dal controverso e geniale filmmaker Michael Moore per il suo ultimo film “Where to invade next”. Per mostrare agli Usa quello che possono imparare dal resto del mondo, Moore ha scherzosamente visitato varie nazioni in Europa e in Africa, come un esercito “invasore” di una sola persona per prendere spunto dalle loro idee e dalle loro buone pratiche. Dall’Italia con il suo trattamento migliore per i lavoratori, alla Francia con i suoi pranzi scolastici da gourmet, alla Germania con le sue politiche industriali, la Norvegia con il suo sistema carcerario, o l’Islanda con la forte presenza femminile nella politica e in economia, Moore scopre che le soluzioni ai problemi americani esistono già in altre parti del mondo e aspettano solo di essere adottate. Alla Lardini il regista statunitense ha girato corso luglio, intervistando e filmando i lavoratori sul luogo di lavoro e durante la pausa pranzo, ma anche a casa loro.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>