bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


A tutti i nostri lettori

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste un caffè, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
febbraio 2024
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829  

La Cenerentola di Rossini debutta al Teatro della Fortuna di Fano

Una produzione in collaborazione con il Rossini Opera Festival e l’Accademia musicale “Bernardo De Muro”

Cast di giovani con la regia di Matteo Anselmi e la direzione musicale di Andrea Foti

Teatro della Fortuna, Fano
anteprima giovani giovedì 1° febbraio, ore 17.00
recita sabato 3 febbraio, ore 20.30

Teatro dell’Aquila, Fermo
anteprima giovani giovedì 8 febbraio, ore 17.00
recita sabato 10 febbraio, ore 21.00

Teatro Ventidio Basso, Ascoli Piceno
anteprima giovani giovedì 15 febbraio, ore 17.00
recita sabato 17 febbraio, ore 20.30

Per scaricare le fotografie delle prove (crediti Marilena Imbrescia):
FOTO 1
FOTO 2
FOTO 3

La Fondazione Rete Lirica delle Marche apre il 2024 con la messinscena di una delle opere più note e amate di Gioachino Rossini, La Cenerentola, ossia La bontà in trionfo titolo che, attraverso il più celebre compositore marchigiano, omaggia l’anno di Pesaro Capitale italiana della cultura 2024. In scena un allestimento realizzato in collaborazione con il Rossini Opera Festival di Pesaro e l’Accademia musicale “Bernardo De Muro” di Tempio Pausania che debutterà al Teatro della Fortuna di Fano sabato 3 febbraio alle ore 20.30, preceduto giovedì 1° febbraio alle 17 dalla ormai consueta anteprima giovani. Lo spettacolo sarà quindi in replica sabato 10 febbraio alle ore 21.00 al Teatro dell’Aquila di Fermo (anteprima giovani giovedì 8 febbraio alle ore 17.00) e sabato 17 febbraio alle ore 20.30 al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno (anteprima giovani 15 febbraio alle ore 17.00).

«Sono felice che questa messinscena della Cenerentola di Rossini– dichiara Catia Amati, vicepresidente della FRLM – inizi il suo tour nei teatri della Fondazione Rete Lirica delle Marche proprio da Fano perché con questa partitura ho un legame personale, avendo lavorato con Alberto Zedda durante gli anni di preparazione dell’edizione critica. È un’ulteriore emozione poter portare un contributo così importante durante l’anno di Pesaro Capitale italiana della cultura 2024 eseguendo una delle partiture più note del compositore pesarese. Il mio ringraziamento va a tutte le istituzioni che stanno contribuendo a questa produzione come la Fondazione Rossini, il Rossini Opera Festival, l’Orchestra Sinfonica G. Rossini, l’Accademia Bernardo De Muro e il Comune di Tempio Pausania».

L’opera di Rossini andò in scena per la prima volta nel 1817 al Teatro Valle di Roma e venne composta con la consueta rapidità sul libretto di Jacopo Ferretti, tratto dalla celebre favola di Perrault adattata alle consuetudini teatrali dell’epoca e per questo con minori elementi magici e fiabeschi.
La produzione scelta dalla Fondazione Rete Lirica delle Marche, con le scene di Lorenzo Mazzoletti, i costumi di Viola Sartoretto e le luci di Silvia Vacca, vede la regia firmata da Matteo Anselmi: «Il tema dell’amore e dell’immaginazione – dichiara il regista – si fondono con l’elemento che più di tutti ci rende sognatori: i libri. Che con delicatezza e innocenza ci conducono in una storia, in cui la protagonista trionfa con la sua bontà e con l’accettazione di se stessa, indipendente dal proprio stato sociale».

Sul podio dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini salirà Andrea Foti che guiderà – seguendo la partitura a cura di Alberto Zedda per la Fondazione Rossini – anche il Coro del Teatro della Fortuna preparato da Mirca Rosciani. Il cast è formato da giovani under35, scelti nell’ambito della collaborazione con il Rossini Opera Festival di Pesaro e l’Accademia musicale “Bernardo De Muro” di Tempio Pausania, già confermati talenti in molti teatri internazionali: nel ruolo della protagonista Angelina, il mezzosoprano Chiara Tirotta, in quello di Don Ramiro il tenore Pietro Adaini e come Dandini il baritono Matteo Mancini. Don Magnifico sarà invece il baritono Giuseppe Toia e Alidoro sarà il basso Giacomo Nanni. Nei ruoli delle sorellastre Tisbe e Clorinda ci saranno rispettivamente il mezzosoprano georgiano Tamar Ugrekhelidze e il soprano spagnolo Patricia Calvache.

Per la produzione di questo spettacolo saranno attivi, in tutte e tre i teatri di Fano, Fermo ed Ascoli Piceno, i percorsi inclusivi realizzati in collaborazione con UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) e ENS (Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi), organizzati nell’ambito del progetto regionale “Marche for All”.

———

LA CENERENTOLA
Dramma giocoso in due atti
Musica di Gioachino Rossini
Libretto di Jacopo Ferretti
Edizione critica a cura di Alberto Zedda per la Fondazione G. Rossini

Direttore Andrea Foti
Regia Matteo Anselmi
Scene Lorenzo Maria Mazzoletti
Costumi Viola Sartoretto
Luci Silvia Vacca
Assistente alla regia e ai costumi Giulio Leone

Don Ramiro Pietro Adaini
Dandini Matteo Mancini
Angelina Chiara Tirotta
Don Magnifico Giuseppe Toia
Clorinda Patricia Calvache
Tisbe Tamar Ugrekhelidze
Alidoro Giacomo Nanni

Orchestra Sinfonica G. Rossini
Maestra al fortepiano Claudia Foresi

Coro del Teatro della Fortuna
Maestro del coro Mirca Rosciani

Mimi Maria Diletta Della Martira, Maria Novella Della Martina, Giampaolo Gobbi, Domenico Poziello

I biglietti della Stagione 2023/2024 hanno un costo compreso fra 25 e i 50 euro, quelli per le anteprime giovani fra i 5 e i 10 euro.

Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno
0736 298770 ascoli.biglietteriateatro@email.it
Teatro della Fortuna di Fano
0721 800750 botteghino@teatrodellafortuna.it
Teatro dell’Aquila di Fermo
0734 284295 biglietteriateatro@comune.fermo.it

La Fondazione Rete Lirica delle Marche, organismo nato nel 2018 di cui è Presidente Francesco Ciabattoni, Direttore Artistico Alessio Vlad, consulente strategico Luciano Messi, è stata costituita dai Comuni di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, dalla Fondazione Teatro della Fortuna (soci fondatori sostenitori), dall’Associazione Arena Sferisterio, dalla Fondazione Orchestra Regionale delle Marche (soci fondatori partecipanti). La Fondazione trae origine e rappresenta l’evoluzione del percorso istituzionale avviato dagli stessi soggetti, sotto l’egida della Regione Marche, con la sottoscrizione del “Protocollo d’intesa per la creazione di un sistema regionale a sostegno dei Teatri di Lirica Ordinaria”. Hanno successivamente aderito, sempre in qualità di soci partecipanti, l’Orchestra Sinfonica Rossini, l’Accademia di Belle Arti di Macerata e il Conservatorio “G. B Pergolesi” di Fermo, l’Associazione Cori Ventidio Basso e Confindustria Ascoli Piceno. La Fondazione Rete Lirica delle Marche ha ottenuto nel 2018 il prestigioso riconoscimento “Premio Cultura di Gestione”, conferito da FederCulture a Roma ai progetti più innovativi nel campo della gestione culturale, in quanto eccellente esempio di governance pubblica in grado di fare sistema e di creare network intorno ad obiettivi condivisi e reali istanze del territorio di riferimento.

Fondazione Rete Lirica delle Marche

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>