bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
settembre: 2021
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Porto Recanati. Sauro Pigini non si ricandita.

Sauro Pigini

Sauro Pigini

Riceviamo da Sauro Pigini

 

Cari amici,

con la presentazione delle liste elettorali per le elezioni del 3 e 4 ottobre di fatto termina la consiliatura iniziata nel 2016.

Grazie alla fiducia che mi avete accordato, sono stato portavoce in Consiglio comunale di Porto Recanati del Movimento 5Stelle. Svolgere questo ruolo, per ben cinque anni, per me è stato un grande onore che ho vissuto con il massimo impegno, cercando di non tradire mai la fiducia che mi avevate concesso a scatola chiusa.

Sì, a scatola chiusa, perché sono ben conscio che il mio successo elettorale era dovuto innanzi tutto al fatto di essere stato il candidato Sindaco di una lista che scalda i cuori e genera entusiasmi per gli ideali, l’innovazione ela ricerca dell’onestà nella politica.

La storia del mio impegno pubblico mi vide tra i protagonisti della battaglia contro il Rigassificatore, ma quella era una battaglia di civiltà e slegata da ogni vincolo partitico. I cinque anni passati, invece, mi hanno visto protagonista in un ruolo che forse mai avrei immaginato di interpretare. Sono stato depositario delle vostre speranze e dei sogni per un cambiamento in meglio della nostra città.

Ho condotto una battaglia di minoranza contro una maggioranza ottusa, chiusa al dialogo e che ha avuto come unico collante il mantenimento del potere per il potere. Ne è la dimostrazione il fatto che, per le prossime elezioni, ci sono due liste contrapposte formate dagli esponenti della stessa maggioranza che ancor oggi, da separati in casa, si siedono intorno al tavolo per deliberare all’unanimità.

 

 

 

Ecco io ho cercato in questi anni con tutti i miei limiti di essere sempre fedele ai nostri principi ed agli ideali comuni, operando per il bene della città. Le interrogazioni, gli interventi in Consiglio, gli articoli, le pubbliche denunce, le sollecitazioni presso i nostri parlamentari, le interazioni con gli altri consiglieri della Regione sono la dimostrazione del lavoro di una squadra che ha sempre collaborato con me e che mi ha sorretto in questo compito.

Essere testimone della presenza di una squadra che non disperdeil nostro patrimonio ideale è la cosa che più mi inorgoglisce e che mi rassicura per il futuro. Un futuro nel quale però io non potrò più essere protagonista. E lo dico con profondo rammarico ma con lucidità ed onestà. Impegni di lavoro, nei prossimi mesi se non anni, vedranno ridotta la mia presenza a Porto Recanati.

In molti mi hanno espresso la loro contrarietà per la mia non candidatura, ma non voglio assumere impegni con i miei concittadini che non potrei mantenere. Essere eletto in Consiglio è un onore ma sarebbe un disonore per me lasciare vuoto quel posto.

Viene meno per me la possibilità di garantire quella presenza costante che in questi anniho garantito. Una presenza che mi ha consentito di intessere rapporti con le altre minoranze che, con un costante e paziente lavoro, hanno portato, con alcune di esse, a mettere da parte gli interessi di bandiera, e, salvaguardando principi ed ideali, ci hanno consentito di presentarci alla città con una lista civica Riformista, Progressista, Ecologista.

Un percorso impegnativo e complesso, rispetto al quale posso intuire le difficoltà di chi ha scelto di arrendersi e di chi semplicemente ha preferito tagliarsi fuori.

Alcuni di noi però hanno deciso di restare positivi, di rimanere concentrati sui nostri sogni e obiettivi anche se la sfida era grande.Il passo difficile è stato coniugare diversità e omogeneità, superare le vecchie divisionitenendo ben presente che qualunque Politica non abbia a cuore l’equità, la solidarietà e il benessere comuneè solo asservimento del potere all’interesse di pochi.

Entrare a far parte di una coalizione di forze non è stato automatico per il M5S di Porto Recanati, tuttavia la nostra identità è stata così robusta che ci ha consentito di dialogare con gli altri, ascoltando e valutando i loro punti di vista, rendendo possibile un terreno comune riguardo temi come la sostenibilità ambientale o gli interventi mirati a rendere la nostra città più vivibile ed equa, per i giovani, le donne e le persone non autosufficienti.

Ma soprattutto l’impegnoa lottare sempre insieme, per raggiungere un bene più grande.

Dai nostri tavoli di discussione sono partite una serie di proposte.

Poche, chiare,urgenti, condivise, per governare la città dal 2021 al 2026, con la guida dell’amico ALESSANDRO ROVAZZANI, che è stato individuato quale candidato Sindaco della lista “PORTO RECANATI 21>26”.

Credo sinceramente che il nostro futuro sia in buone mani.

Lascio con orgoglio il testimone ai candidati del M5S: RICCARDO AGOSTINELLI, ANGELO GIRI, ARANKA KOROSI e CRISTIANA MATALONI. Possiamo votare con fiducia questo quartetto, favoloso per competenze e caparbietà, che saprà certamente aprire una nuova stagione del Movimento 5Stelle nella nostra città. Non lasciamoli soli ma continuiamoad impegnarci, perché le Cinque Stelle splendano ancora più luminose sulla nostra Porto Recanati.

Anche se spesso solo via internet io non mi fermerò, ci sono e ci sarò come cittadino per aiutare, come posso, il miglioramento delle nostre vite.

 

Un abbraccio a tutti.

Sauro

Porto Recanati 5settembre 2021

 

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>