bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


A tutti i nostri lettori

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste un caffè, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
luglio 2024
L M M G V S D
« Giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Dopo i grandi successi letterari, torna dai suoi lettori Andrea Carloni con il libro tradotto “Le lettere a Nora” di James Joyce

cover_big60 Shelbourne Road, Dublino

Mia particolarmente imbronciata Nora, ti avevo detto che ti avrei scritto. Ora scrivimi tu e
dimmi che diavolo avevi l’altra sera. Sono sicuro che qualcosa non andava. Mi sembrava
tu fossi dispiaciuta per qualcosa che non era accaduta – che sarebbe cosa molto da te. Ho
cercato di consolare la mia mano da allora ma senza riuscirci. Dove sarai sabato sera,
domenica sera, lunedì sera, dato che non potrò vederti? Adesso, adieu, carissima. Ti
bacio quella fossetta miracolosa sul collo, il Tuo Cristiano Fratello di Lussuria.

J.A.J.

Quando tornerai di nuovo lascia i bronci a casa – pure i corsetti

Ecco “Le lettere a Nora” di James Joyce, libro a cura di Andrea Carloni, edito da Alter Ego
Edizioni, in distribuzione da Maggio 2024.
È lo scambio epistolare l’espediente che Andrea Carloni utilizza nella sua realizzazione del
testo. Il libro curato e tradotto da quest’ultimo, presenta una serie di lettere scambiate tra
Joyce e Nora Barnacle, il cui appuntamento tenutosi il 16 Giugno, ispirerà alcuni eventi
dell’opera Ulisse. Un testo moderno e contemporaneo, capace di accompagnare il lettore
nella ricostruzione veritiera di personaggi ed eventi. Nora non è l’angelo del focolare, ma
una donna voluttuosa, famelica, ribelle ed emancipata. Ella intrattiene con Joyce un
rapporto, considerato per l’epoca dei fatti, infruttuoso e scandaloso. Una relazione che si
concretizzerà ben dopo gli atti fisici in un matrimonio. Un rapporto viscerale, diretto, dove
Joyce vede la sua musa “in posizioni grottesche, virginali, languide” e in cui ordina
“concediti a me”. Una visione della vita ben precisa, quella presentata da Joyce e che
Carloni cura con estrema efficacia. Una vita che svia da tabù e costrutti, gettandosi
nell’esistenza libera, dove navigare a vele scoperte è la regola principale.

Un libro, quello curato da Carloni, capace di presentare le opere principali dello scrittore
dublinese, e al tempo stesso ricostruire porzioni di tempo essenziali nella conoscenza di
un autore senza tempo.
Sesso, debiti, malattie, scandali, delusioni, amore: un semplice e contorto distillato di vita,
che a poco a poco mostra le sue parti nascoste, mostrando uno spettacolo
contemporaneo e crudo, seguendo la scia di uno degli artisti di Dublino più famosi al
mondo.
La relazione tra James Joyce e Nora Barnacle iniziò il 16 giugno del 1904, giorno del loro
primo appuntamento: una data che oggi coincide con il "Bloomsday", la festività istituita in
onore dell'autore irlandese. L'appassionato legame con Nora, destinata a diventare
amante, musa e moglie, fu fonte di ispirazione per innumerevoli dettagli descritti nelle
opere dello scrittore dublinese. In questo volume viene riportata una selezione della loro
corrispondenza; attraverso le missive è possibile ripercorrere alcune tappe di un rapporto
intenso e senza tabù. Piccole e grandi gelosie, frammenti di vita condivisa, nostalgie e
attese; e l'amore, naturalmente, declinato nelle prospettive che oscillano tra la dimensione
eterea e l'erotismo spinto.

Info biografiche:
BIO AUTORE (James Joyce)
James Joyce è certamente uno dei più grandi autori del XX secolo e le sue opere sono tra
le pietre fondanti della moderna letteratura. Nonostante ciò, il suo genio non venne subito
riconosciuto. Scelse sin dalla gioventù una vita di esilio, caratterizzata da ristrettezze
economiche e una costante tendenza alla precarietà. La sua frequentazione fuori dal
matrimonio con Nora Barnacle fu per i tempi scandalosa e gli atteggiamenti che ebbe nei
confronti della sessualità, della politica e del cattolicesimo risultarono sempre molto
complessi e controversi. Scrittore cosmopolita, mantenne però un fortissimo legame
territoriale con Dublino, sua città natale, in cui ambientò quasi tutti i suoi scritti, fra i quali la
raccolta di racconti Dubliners e Ulysses, romanzo fondamentale nella svolta modernista
della storia letteraria del Novecento.

BIO CURATORE/TRADUTTORE (Andrea Carloni)
Andrea Carloni è nato nel 1977 a Roma, dove attualmente vive. Ha pubblicato la raccolta
di racconti Chi mai in qualche dove (Caravaggio, 2019), il romanzo Lissy è stata qui
(Leonida, 2022), la traduzione di Musica da camera di James Joyce con postfazione di
Enrico Terrinoni (Castelvecchi, 2022) e i componimenti sperimentali FemminiciDio e altri
stupri (Amazon, 2024). Conduce su YouTube e Spotify il canale/podcast “Ritratto Di
Ulisse” con approfondimenti e interviste a esperti di Joyce. Si occupa di poesia e
traduzione come redattore in "Laboratori Poesia" (Samuele Editore) e pubblica articoli,
interviste, traduzioni, poesie su lit-blog come Nazione Indiana, Atelier Poesia, Limina,
Poetarum Silva, Clandestino, Equi-Libri Precari e Fogli Bianchi.

Link di vendita online:

Le lettere a Nora


https://amzn.eu/d/i2Miqe2
https://www.ibs.it/lettere-a-nora-1904-1922-libro-james-
joyce/e/9788893332620?queryId=a7f17366dc0cb151f6be128d0ed2f69e
https://www.mondadoristore.it/Le-lettere-a-Nora-1904-1922-James-
Joyce/eai978889333262/

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>