newsletter

Red Poet (Documentary Film about Jack Hirschman)

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

BLANCHE ACOUSTIC DUO

Porto Recanati. La pittura macchiaiuola nella Pinacoteca Moroni organizzata da Spazio Cultura di Recanati

1-Silvestro Lega-Paesaggio Toscano

Prof. Moroni

Interessante iniziativa dell’Associazione Spazio Cultura presso la Pinacoteca Moroni di Porto Recanati.   Con l’occasione vogliamo ricordare che quest’anno ricorre il trentesimo della morte del Prof. Moroni .

La pittura Macchiaiola di Silvestro Lega, Giuseppe Abbati, Giovanni Fattori , Giuseppe de Nittis, Telemaco Signorini, Giovanni Boldini, Domenico Morelli, Cristiano Banti, Odoardo Borrani, Vincenzo Cabianca e molti altri arricchirà l’estate di Porto Recanati nella Pinacoteca Comunale Attilio Moroni. Un’esposizione curata dall’Associazione Spazio Cultura, che permetterà di conoscere il movimento artistico più importante in Italia nell’Ottocento, spartiacque tra la pittura moderna e quella contemporanea e anticipatrice dell’impressionismo francese.

 

Il movimento dei Macchiaioli nasce di fatto nel 1856, affermando che la forma non esiste, ma è creata dalla luce come macchie di colore distinte o sovrapposte. La luce, colpendo gli oggetti, viene rinviata al nostro occhio come colore. Epicentro del nuovo movimento artistico è la saletta del Caffè Michelangiolo di Firenze, affollata di giovani artisti della vicina Accademia, che si scambiavano le proprie idee spesso al di fuori di ogni regola scolastica ed accademica.

Il termine macchiaioli verrà usato per la prima volta sulla Gazzetta del Popolo nel 1862.

 

I giovani pittori provenienti dalle esperienze della guerra che gli italiani avevano combattuto per l’Unità d’Italia, avvertivano impellente la necessità di confrontare il loro lavoro con i cambiamenti artistici in ambito europeo, soprattutto con quanto stavano facendo i pittori in Francia.
Molti furono i pittori italiani che lavorarono in questo senso, ma tale movimento è l’unico che merita il nome di scuola, sia per la comunità di intenti che legava i componenti del gruppo provenienti da diverse regioni e tradizioni artistiche, sia per l’alta qualità complessiva dei risultati pittorici raggiunti.
Infatti dalle teorie elaborate dai Macchiaioli si ispira il movimento degli Impressionisti Francesi, nato ben più tardi ed informato delle nuove tendenze dalle frequentazioni dei nostri artisti a Parigi.
L’esposizione, organizzata da Spazio Cultura in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Porto Recanati e il Dott. Gabriele Barucca della Soprintendenza per i Beni artistici delle Marche, permette una lettura diversa della Pinacoteca Moroni e delle opere in essa custodite, racchiudendole in un contesto artistico univoco piuttosto che geografico, e proponendolo ai visitatori in un allestimento rinnovato e maggiormente fruibile.

 

La mostra sui Macchiaioli rappresenta il primo dei numerosi appuntamenti che nel corso del 2016 l’Amministrazione Comunale intende promuovere in collaborazione con l’Associazione Spazio Cultura, al fine di porre in atto un intenso programma di valorizzazione della Pinacoteca Comunale “A.Moroni” e delle sue bellezze che meritano di essere conosciute.

 

I MACCHIAIOLI – Pinacoteca “A.Moroni”

21 Luglio – 23 Ottobre 2016

Orari: 17/20 tutti i giorni escluso il Lunedì

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>