bacheca social

I Blanche: l’inedito che descrive la felicità di un amore

Un proiettore per Cinelinguaggi

Le donazioni raccolte attraverso la campagna #unproiettorepercinelinguaggi andranno a sostenere il progetto Cinelinguaggi per l'anno 2019. Una raccolta fondi finalizzata all'acquisto di apparecchiature adeguate all'iniziativa: un proiettore digitale con impianto audio. Ti chiediamo di prendere in considerazione l'idea di donare 5, 20, 50 euro o quello che puoi, per sostenere il nostro progetto. Puoi aiutarci donando un contributo volontario tramite carta di credito o PayPal. Per effettuare una donazione online, basta avere una carta di credito Visa, MasterCard, Postepay, American Express, Carta Aura, Maestro, Cirrus, ecc. Basta un click. Clicca sul tasto Donazione e segui le istruzioni. Dona ora!

FAI UNA DONAZIONE





Sport. A Porto Recanati il progetto “Pallamatica”, un successo.

Fonte Internet

Fonte Internet

La sfida è intrigante, il progetto pure e se un giorno all’interno dello Zingarelli, che ogni anno si arricchisce di nuove parole, troveremo anche il termine “Pallamatica” zero dubbi; sappiamo già chi l’ha ideato e perché! Tutto nasce a Porto Recanati da un’idea di Maurizio Bastiano e Valeria Tiberi, rispettivamente tecnico e presidente dell’Handball Marche, associazione affiliata alla FIGH dal 2010, progetto tecnico e sociale di assoluto pregio perché in grado di abbinare lo sport, la pallamano, ad una meritoria attività di inclusione.

Perché “Pallamatica”? Perché i coniugi Bastiano, valenti prof di matematica, ebbero, ormai otto anni fa la brillante e proficua idea di alternare lezioni private (rigorosamente gratuite ndr) ad esercitazioni di pallamano. Ancora più singolare il contesto applicativo. Maurizio e Valeria “esercitavano” la loro mission all’interno dell’Hotel House di Porto Recanati, ex mega complesso alberghiero dove oggi trovano ricovero 2000 persone appartenenti a 40 etnie diverse, divise in 400 appartamenti distribuiti su sedici piani.

Una volta accogliente e moderna struttura ricettiva, l’Hotel House ha radicalmente cambiato la sua destinazione diventando negli anni autentico Melting Pot, quartiere multirazziale, con i nuovi italiani che hanno fissato lì dimora e affetti. Attraverso i buoni uffici della locale parrocchia i coniugi Bastiano hanno così, progressivamente, conquistato la fiducia, la stima e la considerazione degli inquilini del plesso, condizione necessaria per cominciare a diffondere il…verbo.

Prima la matematica e poi la pallamano cominciando così a raccogliere adesioni, consensi e… una tensostruttura dall’amministrazione comunale di Porto Recanati. Troppo facile, poi, completare il progetto; “2 + 2” e quei ragazzi che sbuffavano sui libri di testo ritrovavano il sorriso correndo, schizzando sul campo di gara. I numeri testimoniano la bontà del progetto.

Oggi l’Handball Marche può contare su una cinquantina di atleti, quattro le squadre che partecipano ai campionati giovanili (U19 e 15 maschile, U17 e 13 femminile), alla tensostruttura di Porto Recanati presto si affiancherà anche un impianto nella vicina Tolentino nato per volontà della Fondazione Inter FC, il tutto senza mai perdere di vista, neanche per un solo momento, l’incipit del progetto: l’integrazione razziale. Per Maurizio Bastiano e Valeria Tiberi oggi non è un problema far giocare nella stessa squadra, sulla stessa linea dei terzini, bambini pakistani e bengalesi, sunniti e sciiti, musulmani e cattolici, irakeni e iraniani! Tutti insieme a studiare matematica e pallamano: “Pallamatica”.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>