bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





“Ottavia Maria Maceratini incanta Montecosaro”

9599b481-b661-4d6a-b74d-b3f43114d509

Nonostante la giovane età, Ottavia Maria Maceratini, ha vinto ben 28 primi premi in competizioni pianistiche, ha suonato nei maggiori teatri europei, in recital solistici o accompagnata dalle più grandi orchestre tedesche e russe, ha pubblicato due album accolti con grandi lodi dalla più alta critica musicale, le è stato conferito il titolo di “Ambasciatrice di Robert Schumann” e molto altro.

Gidon Kremer, direttore d’orchestra e fra i migliori violinisti al mondo, ha detto di lei: “Ottavia è una personalità ed una musicista non comune. E´ continuamente alla ricerca della sua propria voce e lancia con le sue interpretazioni sempre nuove sfide al pubblico”. Questa sfida l’ha lanciata anche al pubblico del gremito Teatro delle Logge di Montecosaro, sabato scorso 15 settembre, in occasione del “31° Settembre Musicale Montecosarese” e inevitabilmente ha vinto, stregando il numeroso pubblico con le sue doti impeccabili di tecnica, con il suo incantevole tocco, con il suo squisito fraseggio e con la sua profondità interpretativa.

Con un nuovissimo Steinway & Sons, ha eseguito un programma tanto accattivante, quanto impegnativo, partendo da Fryderyk Chopin, passano per Benedetto Marcello e terminando con la “Fantasia quasi Sonata <Après une lecture de Dante>” di Frank Liszt, uno dei brani più difficili del repertorio pianistico, un autentico monumento da scalare. Interminabili gli applausi che l’hanno “costretta” a concedere due bis. Un concerto che Montecosaro difficilmente dimenticherà.

Il Settembre Musicale Montecosarese è patrocinato dal Comune di Montecosaro e organizzato della corale Santa Cecilia, del comitato Giovani Allegri e del blog Montecorriere. La direzione artistica è a cura di Giorgio Quattrini. Tutte le serate sono presentate da Maria Tiziana Pepi.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>