bacheca social

I Blanche: l’inedito che descrive la felicità di un amore

Un proiettore per Cinelinguaggi

Le donazioni raccolte attraverso la campagna #unproiettorepercinelinguaggi andranno a sostenere il progetto Cinelinguaggi per l'anno 2019. Una raccolta fondi finalizzata all'acquisto di apparecchiature adeguate all'iniziativa: un proiettore digitale con impianto audio. Ti chiediamo di prendere in considerazione l'idea di donare 5, 20, 50 euro o quello che puoi, per sostenere il nostro progetto. Puoi aiutarci donando un contributo volontario tramite carta di credito o PayPal. Per effettuare una donazione online, basta avere una carta di credito Visa, MasterCard, Postepay, American Express, Carta Aura, Maestro, Cirrus, ecc. Basta un click. Clicca sul tasto Donazione e segui le istruzioni. Dona ora!

FAI UNA DONAZIONE





Poesia. Mare intorno di Alessandra Gabbanelli

Per la rubrica Arte.it, pubblichiamo oggi una poesia della scrittrice  e poetessa, Alessandra Gabbanelli di Porto Recanati.

1-la-grande-onda_hokusai_mare_due-minuti-di-arte

MARE INTORNO


Galleggerò

anche in violenta tempesta.

Mi illuderò di annullare

la forza potente che mi àncora alla riva.

Annegherò più e più volte

fino ad esserne esausta

e tornerò alla luce con avido respiro.

Piccoli aculei minacciosi

apriranno ferite brucianti sulla pelle.

Mi aggrapperò ai tuoi occhi

nelle pieghe della mente,

arabeschi fluttuanti di materia incandescente,

iridi d’acqua che si tuffano

nel mare intorno a me

e, simili a specchi fatati,

riflettono remoti boschi brulicanti di vita,

cieli maestosi che ubriacano d’immensità.

In bocca sapori salmastri

di troppi forse, di troppe domande.

Ricordi e sogni si rincorrono

in improvvisati equilibri.

Come impetuose maree

sotterranee carezze

scompongono e ricompongono

mosaici di mutevoli esistenze.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>