newsletter

BLANCHE ACOUSTIC DUO

LIVE@ROCKBAR

Recanati. I concerti del mercoledì. Lo specchio del mare, i profili dei quattro artisti di “Viaggiare con una storia”.

Tratta da Internet

Tratta da Internet

Mercoledì 19 luglio la serata sarà dedicata al  progetto “Viaggiare con una storia. Arte e letteratura in dialogo con il paesaggio”. Lo scopo è quello di valorizzare l’arte contemporanea nelle Marche al di fuori dei sistemi tradizionali in cui vengono esposte le opere. Al critico d’arte Andrea Carnevali è stata affidata la presentazione degli artisti partecipanti al progetto.

Profili degli artisti:  

Walter Guido Armeni è nato a Cremeno di Lecco il 4 febbraio 1944. Negli anni di formazione all’Istituto d’Arte “E. Mannucci” di Ancona, sperimenta diverse tecniche e frequenta gli ambienti artistico-letterari della città. Si dedica alla pittura e alla scultura traendo ispirazione dalla natura che interpreta in chiave futurista e vorticista. Fonte di ispirazione continua è l’albero, simbolo della vita. Agli inizi della sua carriera, suscita l’attenzione di critici e esperti d’arte che presentano una sua opera al Palazzo delle Esposizioni a Roma.  Premiato da “Arte Mondadori”, il noto critico Enzo Fabiani scriverà alcuni interventi su di Armeni e sulle numerose esposizioni in varie centri artistici italiani. Le sue opere sono presenti in Collezioni pubbliche e private di importanti città occidentali. Tra le opere di maggiore  interesse si può ricordare il Crocefisso, esposto nella chiesa di San Marcellino a Roma, vanno ricordate quattro opere di Arte Pubblica installate nel capoluogo marchigiano, in piazza Mazzini a Falconara.

 

Cristina Messora è nata a Modena nel 1965, vive e svolge la propria attività ad Ancona. Laureata con il massimo dei voti, presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove ha sperimentato diversi linguaggi espressivi. La sua poetica  è rivolta allo sguardo interiore con forme astratte che raggiungono un tono lirico. Attraverso l’introspezione, l’artista riesce a fare affiorare uno stato d’animo profondo che poi traduce in concetto, in sensazione ed infine in segno. I tratti incisi neri sulla superficie della carta,  modificata dal colore, creano un reticolo di  simboli che formano un sistema onirico. L’artista modenese ha costruito un codice semico in cui ogni forma esprime un fatto emozionale o temporale che nasce dal ricordo. Le sue opere sono esposte in collezioni pubbliche e private.

 

 

Rosetta Del Prete Migliarini  è nata ad Ancona dove vive e lavoro. Ѐ una  autodidatta che si è formato studiando  le sculture di Constantin Brâncuși, di Giacomo Balla e la pittura metafisica ferrarese. Il suo percorso artistico è legato alla natura, ai paesaggi ed alle mutazioni stagionali di cui cattura l’essenza attraverso le luce e le ombre che sono realizzate con capacità tecnica. L’artista si dedica, ormai da anni, a scolpire lastre di materiale da costruzione, usato in edilizia soprattutto nel Nord Europa e noto in Italia come beton-gas: cemento areato e preconfezionato in pannelli di varie dimensioni. Lo stile della Del Prete Migliarini è astratto e simbolico; le sue opere hanno raggiunto un certo consenso  tra  interesse. L’artista ha partecipato a diversi a varie mostre collettive personali.

Alessandro_Gagliardini_DSCF2680

Alessandro Gagliardini è nato Ancona nel 1975 dove vive e lavora. Ha frequentato l’Istituto d’Arte “E. Mannucci” di Ancona e l’Accademia delle Belle Arti di Macerata.  Ѐ stato docente di discipline audiovisive e multimediali presso il Liceo Artistico “E. Mannucci” di Ancona, dove ha potuto orientare la sua ricerca verso l’informale, grazie, anche, all’incontro di numerosi artisti e intellettuali. Svolge ricerca fotografia da oltre dieci anni, utilizzando sia la pellicola, sia il digitale: attraverso un percorso che, persegue una idea precisa di visone oggettiva, quasi documentativa iniziale è passato, man mano, ad una visone sempre più personale e informale. Lo stile dell’artista è ricco di suggestioni e visioni intime e soggettive.

bocca

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>