bacheca social

“Talk ” conversazioni letterarie per autori indipendenti Domenica 18 novembre h.17.00 Recanati

Mia Immagine

Terremoto, tornano monuments men

Gruppo Beni culturali Protezione civile Marche

Gruppo Beni culturali Protezione civile Marche

Dall’architetto all’operaio, 118 volontari Colonna Marche, sono 118, tutti volontari.  Molti hanno ripreso in mano casco e guanti appesi dopo il sisma di Marche e Umbria del 1997. Sono i ‘monuments men’ del Gruppo di Protezione civile della Colonna mobile delle Marche. Dal 7 novembre a oggi hanno messo in salvo 300 opere d’arte nelle chiese e nei palazzi storici devastati dal sisma a Sarnano, Visso e Caldarola. Un lavoro straordinario, per salvare l’immenso patrimonio che caratterizza le Marche, fin nei centri di montagna più sperduti. La regione è un museo diffuso, con i suoi 100 teatri storici, 315 biblioteche, 400 musei e raccolte private, oltre mille edifici tra abbazie, chiese romaniche e santuari, rocche e castelli. In Italia il volontariato al servizio del patrimonio culturale in emergenza è nato proprio nelle Marche, con il sisma del 1997, ed è regolato da un protocollo con Mibact e Regione. I 118 volontari sono persone di ogni età, unite dalla passione per il territorio: restauratori, storici dell’arte, architetti, tecnici o semplici operatori.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>