newsletter

BLANCHE ACOUSTIC DUO

Versus

Referendum, 10 parlamentari Pd firmano un documento per il«No»

Internet

Internet

di Monica Guerzoni

Primo strappo ufficiale di un pezzo di minoranza rispetto alla linea di Matteo Renzi. «La riforma Boschi – dicono i dieci – disegna un bicameralismo confuso»

Dieci parlamentari del Pd voteranno No al referendum costituzionale, convinti che la riforma Boschi disegni un «bicameralismo confuso» e un «procedimento legislativo farraginoso».  È il primo strappo ufficiale di un pezzo di minoranza rispetto alla linea di Renzi, che ha puntato tutte le sue carte sulla consultazione di autunno. I firmatari del documento – Paolo Corsini, Nerina Dirindin, Luigi Manconi, Claudio Micheloni, Massimo Mucchetti, Lucrezia Ricchiuti, Walter Tocci, Luisa Bossa, Angelo Capodicasa, Franco Monaco – assicurano che la scelta di smarcarsi «non è un no al governo». Ma al tempo stesso rimarcano che la loro è «una posizione in dissenso da quella ufficiale del Pd» e invocano libertà di coscienza, ricordando come «a norma di statuto, su principi e impianto costituzionale, non si dia disciplina di partito».Una posizione di rottura, che potrebbe aprire la strada ad altri smarcamenti, anche nell’area bersaniana.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>