newsletter

Red Poet (Documentary Film about Jack Hirschman)

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

BLANCHE ACOUSTIC DUO

Politica. Donald Trump sorpassa Hillary Clinton secondo la Cnn.

Internet

Internet

L’Huffington Post

Donald Trump supera per la prima volta la rivale Hillary Clinton nei sondaggi. Secondo una nuova rilevazione della Cnn/Orc, il candidato repubblicano è adesso al 48% contro il 45% della sua rivale democratica.

Le nuove rilevazioni fanno segnare il miglior risultato di Trump in un sondaggio Cnn/Orc contro Clinton dal settembre 2015. Il margine di vantaggio di Trump si basa in gran parte su un maggiore sostegno da parte degli elettori indipendenti, il 43% dei quali ha dichiarato che la convention di Trump a Celveland ha dato più probabilità di sceglierlo, mentre il 41% dicono di essere stati dissuasi. Prima della convention, gli indipendenti erano così divisi: 34% con Clinton, 31% per Trump. Ora, il 46% afferma di stare con Trump, mentre il 28% di Clinton.

Clinton: “Non parteciperò alla festa degli insulti di Trump”. “Non parteciperò alla festa degli insulti in cui” Donald Trump “sembra prosperare”. Lo afferma Hillary Clinton nella prima intervista congiunta con il vice Tim Kaine a 60 Minutes della Cbs. Puo dire “qualsiasi cosa su di me, è libero di usare il suo spazio e il tempo” mette in evidenza Hillary. È “ridicolo. La maggior parte di noi ha finito con gli insulti a 11 anni” taglia corto Kaine.

Un fratellastro di Obama sceglie Trump. Il fratellastro keniano del presidente Usa Barack Obama ha scelto: vuole un’america grande di nuovo e alla Casa Bianca preferisce Trump. “Mi piace Donald Trump perché parla dal cuore” ha dichiarato Malik Obama al New York Post dalla sua casa nel villaggio di Kogelo. “Make america great again è un grande slogan. Mi piacerebbe incontrarlo” ha detto a proposito del candidato repubblicano alla Casa Bianca. Obama, 58 anni, da tempo democratico, ha detto che la “profonda delusione” nell’amministrazione del fratello Barack lo ha portato tra le braccia del “partito di Lincoln”.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>