newsletter

  • Sean Smith charged with felony assault 18/08/2017
    Sean Smith charged with felony assault  NBCSports.comRaiders' Sean Smith charged with assault  Comcast SportsNet Bay AreaReport: Raiders Cornerback Sean Smith Charged with Felony Assault  Sports IllustratedFull coverage
  • Showtime Sports Head Stephen Espinoza Previews Mayweather-McGregor 18/08/2017
    Showtime Sports Head Stephen Espinoza Previews Mayweather-McGregor  Sports IllustratedFloyd Mayweather takes jab at Conor McGregor for going distance with 'retired' Paulie Malignaggi  MMA FightingFloyd Mayweather Says Conor McGregor Fight Is His Last, Talks Legacy on Call  Bleacher ReportColumn: What's in a smaller glove? More hype for the fight  FOXSports.comThe ten things you need to know before watching the Mayweather […]
  • Van plows into crowd in Barcelona's Las Ramblas district; 13 reported dead and scores injured 18/08/2017
    Van plows into crowd in Barcelona's Las Ramblas district; 13 reported dead and scores injured  Washington PostSpanish police 'stop second attack' after 13 killed in Barcelona  BBC News13 Dead and 100 Injured in Terrorist Attack in Barcelona; Second Suspected Plot Thwarted  Slate Magazine (blog)Vehicle attacks have taken a horrific toll since 2014  CNNAnother Fatal Ramming Attack, This Time in […]
  • Defiant, Trump Laments Assault on Culture and Revives a Bogus Pershing Story 18/08/2017
    Defiant, Trump Laments Assault on Culture and Revives a Bogus Pershing Story  New York TimesViolence again spurs cities to remove Confederate monuments, but many find hurdles to doing so  Washington PostFellow Republicans assail Trump after he defends Confederate monuments  ReutersAs Trump laments Confederate statues, a look back at eerie photos of Civil War  Chron.comMcAuliffe, Herring urge localities to remove […]
  • Republicans worry tax reform could be victim of their worsening relationship with Trump 18/08/2017
    Republicans worry tax reform could be victim of their worsening relationship with Trump  Washington PostRep. Erik Paulsen, with powerful colleague in tow, tries to sell tax code overhaul  Minneapolis Star TribuneFuror Over Trump's Charlottesville Remarks Raise Fears of a Stalled Legislative Agenda  VarietyFull coverage
  • 3 charities cancel Mar-a-Lago events amid Trump backlash 18/08/2017
    3 charities cancel Mar-a-Lago events amid Trump backlash  Washington PostAmerican Cancer Society, Cleveland Clinic Ditch Mar-a-Lago for Galas  U.S. News & World ReportAmerican Cancer Society, Cleveland Clinic pull events from Trump's Mar-a-Lago  New York Daily NewsCleveland Clinic, American Cancer Society pull fundraisers from Mar-a-Lago  PoliticoFull coverage
  • What scientists hope to learn from the eclipse 17/08/2017
    What scientists hope to learn from the eclipse  CNNSolar eclipse 2017: What you need to know  BBC NewsThere's still time to get eclipse glasses — but you'd better act fast  Los Angeles TimesSolar eclipse in San Diego opened the window for Sun's Pulitzer  The San Diego Union-TribuneThe Solar Eclipse is Coming: How To Snowboard During it  Transworld SnowboardingFull coverage
  • Top two officers and other sailors aboard the USS Fitzgerald to be disciplined following deadly collision at sea 17/08/2017
    Top two officers and other sailors aboard the USS Fitzgerald to be disciplined following deadly collision at sea  Washington PostNavy Punishes Leadership of USS Fitzgerald Following Deadly Collision Off Japan  NBCNews.comCaptain of US Navy Warship Involved in Deadly Crash Near Japan Relieved of Command  TIMENavy Fires Commander, XO from USS Fitzgerald for Fatal Collision  Military.comCommander and leadership of stricken […]
  • Facebook, Airbnb go on offense against neo-Nazis after violence 17/08/2017
    Facebook, Airbnb go on offense against neo-Nazis after violence  SFGateCloudflare CEO calls for a system to regulate hateful internet content  TechCrunchAll the Companies Who Say Hate Groups Can't Use Their Services Anymore  FortuneWhere Is the Line? Deadly Protest Forces Media to Decide  New York TimesToo Much Power Lies in Tech Companies' Hands  BloombergFull coverage
  • Four systems out there and hurricane season hasn't even hit its peak yet 17/08/2017
    Four systems out there and hurricane season hasn't even hit its peak yet  Miami HeraldTropical Storm Harvey forms near Caribbean as two other systems brew in Atlantic  AccuWeather.comTexas Attorney General opens voter fraud investigation into Robstown election  KRIS Corpus Christi NewsFull coverage
  • Red Sox want to ditch iconic Fenway feature over racist past 17/08/2017
    Red Sox want to ditch iconic Fenway feature over racist past  New York PostHaunted by legacy, Red Sox owner John Henry seeks to rename Yawkey Way  Chicago TribuneRed Sox owner John Henry feels Yawkey Way evokes racist past  ESPNLet the people of Boston decide the fate of Yawkey Way  Yahoo SportsWho's hot (Fowler), who's not (Leake) for Cards  STLtoday.comFull coverage
  • Republican senators are striking back in Trump's public war of words 17/08/2017
    Republican senators are striking back in Trump's public war of words  CNNRepublican Corker: Trump has not demonstrated 'stability' or 'competence' to lead effectively  Washington PostGOP Sen. Bob Corker: Trump Hasn't Demonstrated 'Stability' Or 'Competence'  HuffPostChloe Morrison Nooga.com - Home | Facebook  FacebookDonald J. Trump on Twitter: "Great to see that Dr. Kelli Ward is running against Flake Jeff Flake, […]
  • This basketball superstar is known around the world as 'KD.' In Prince George's County, he's just 'Kevin.' 17/08/2017
    This basketball superstar is known around the world as 'KD.' In Prince George's County, he's just 'Kevin.'  Washington PostKevin Durant would reject White House visit  SFGateKevin Durant Says He Will Not Visit White House: "I Don't Respect Who's In Office Right Now"  DeadspinKevin Durant on President Trump: 'I don't agree with what he agrees with'  ESPNFull coverage
  • Trump ends plans for his Council on Infrastructure 17/08/2017
    Trump ends plans for his Council on Infrastructure  CNNWhite House disbands another advisory council, this one on infrastructure  Washington PostTrump scraps infrastructure council plan  BBC NewsTrump Signs Order Rolling Back Environmental Rules on Infrastructure  New York TimesThe other terrible thing Donald Trump did yesterday, you know, besides the neo-Nazi stuff  MashableFull coverage
  • OkCupid bans white supremacist from dating app 17/08/2017
    OkCupid bans white supremacist from dating app  The Boston Globe'No room for hate': OK Cupid bans weepy white supremacist Chris Cantwell for life  Raw StoryFull coverage

Referendum. Le ragioni economiche della controriforma costituzionale

Foto da internet

Foto da internet

di Guglielmo Forges Davanzati

Il progetto di riforma costituzionale è stato autorevolmente commentato da numerosi costituzionalisti, che hanno concentrato la loro attenzione sugli aspetti propriamente giuridici e politici del cambiamento prospettato. Nel dibattito che si è sviluppato in questi mesi, minore attenzione hanno ricevuto interpretazioni che attengono a ragioni di carattere propriamente economico che spingono verso la riforma della Costituzione italiana.

Per individuarle conviene partire da un fatto ampiamente noto. J.P.Morgan, una delle Istituzioni finanziarie più importanti su scala globale, in un documento del 2013, ha rilevato l’impronta “socialista” che sarebbe implicita nella nostra Carta costituzionale. In effetti, si tratta di un’interpretazione che può essere condivisa se si leggono gli articoli che più direttamente riguardano la sfera economica e, in particolare, quelli che danno allo Stato anche funzioni di programmazione. Evidentemente, dal punto di vista degli interessi della finanza che quella Istituzione rappresenta, la presenza di elementi di “socialismo” nella nostra Costituzione deve essere particolarmente sgradita. Va chiarito che il documento di J.P. Morgan è estremamente rilevante, anche al di là del progetto di riforma costituzionale, perché aiuta bene a comprendere i processi di depoliticizzazione in atto: ovvero processi che demandano a tecnici non eletti la gestione della politica economica, a condizione che quest’ultima sia concepita in modo da “non essere invisa alle banche centrali”.

La propaganda governativa non richiama l’ammonimento di J.P. Morgan, non fa riferimento al ‘socialismo costituzionale’ italiano, preferendo concentrarsi essenzialmente su due aspetti.

  1. La riforma costituzionale si rende necessaria per ridurre i costi della politica.
  2. La riforma costituzionale si rende necessaria per accelerare i tempi di decisione.

Il primo argomento appare suscettibile di una immediata critica, che riguarda il fatto che, se davvero si intende ridurre i “costi della politica”, non si capisce per quale ragione non farlo – in modo estremamente più semplice – attraverso l’attuazione delle numerosissime proposte di riduzione degli stipendi e degli emolumenti di chi ci rappresenta. Peraltro, come è stato osservato, la previsione per la quale i senatori non percepiranno indennità in quanto senatori (il che, ci viene detto, è un risparmio) è combinata con la previsione che le medesime indennità i senatori le percepiranno dalle istituzioni da cui sono espressi[4]. Ciò al netto del fatto che – ed è bene ricordarlo – la remunerazione accordata a chi svolge attività politica ha il suo fondamento nella possibilità data ai meno abbienti di assumere incarichi. E’ evidente che nella situazione attuale questi emolumenti hanno assunto dimensioni la cui legittimazione è oggettivamente difficile da darsi, ma è altrettanto evidente che la politica ha un costo; riforma o meno.

Vi è di più, considerando che sebbene elevati in termini assoluti questi costi appaiono assolutamente marginali rispetto ai costi che i cittadini italiani (in particolare, i lavoratori dipendenti e le piccole imprese) sostengono per una tassazione che serve solo in misura marginale a pagare il ceto politico. E che serve semmai a generare avanzi di bilancio. E tuttavia, nel confronto con la media europea, ci troviamo di fronte al paradosso per il quale siamo maggiormente tassati per pagare più di altri una classe politica che, nella sua espressione governativa, ci somministra dosi di austerità fiscale (riduzioni di spesa combinate con aumenti della pressione fiscale) superiori a quanto accade altrove.

Il secondo argomento, apparentemente inoppugnabile (chi vorrebbe maggiore lentezza delle decisioni?), è maggiormente rilevante giacché attiene ai rapporti fra dimensione economica e sfera delle decisioni politiche. La Costituzione che si intende ridisegnare è, a ben vedere, una Costituzione modellata su parametri di efficienza economica, ovvero, finalizzata a rendere l’economia italiana più attrattiva per gli investitori esteri. Questo sembra il punto essenziale sul quale si gioca questa partita. In un contesto che si definisce di globalizzazione, effettivamente ciò che conta è la rapidità delle decisioni politiche che asseconda la rapidità dei processi di produzione e vendita di merci: la c.d. time-based competition che diventa competizione fra Stati anche sulla rapidità delle scelte politiche. Letta in questa prospettiva, la riforma appare del tutto coerente con una logica, per così dire, efficientista: logica che, tuttavia, è in radicale contrasto con la tutela dei diritti, in particolare dei diritti sociali. Ciò che conta è l’efficienza dei processi decisionali, come si legge nei documenti preparatori della riforma redatti da questo Governo (peraltro, del tutto in linea con i governi che lo hanno preceduto).

Vi è anche da rilevare che il tema della qualità delle istituzioni è stato oggetto, negli ultimi anni, di studi compiuti prevalentemente da economisti (si pensi, innanzitutto, alla c.d. analisi economica del

diritto). Si tratta di studi che, applicando l’assunto della scelta razionale ai problemi di decisione politica e di disegno delle istituzioni, giungono fondamentalmente alla conclusione che è ottimale quel disegno delle istituzioni (costituzioni comprese) che istituisce un meccanismo di incentivo/disincentivo tale da rendere possibile la massimizzazione del benessere sociale.

In un certo senso, è questa la base teorica della riforma che si intende attuare: il passaggio, niente affatto neutrale, da un modello costituzionale pensato per la tutela dei diritti sociali, attraverso un incisivo intervento pubblico in economia, a un modello costituzionale pensato in una logica di perseguimento di obiettivi di efficienza economica, da perseguire mediante il minimo intervento pubblico in economia (si pensi, a riguardo, alla costituzionalizzazione del pareggio di bilancio).

Ma qui, il punto ulteriore in discussione riguarda il nesso che viene a istituirsi fra ‘governabilità’ ed efficienza, dal momento che non è affatto scontato che una maggiore rapidità dei tempi della decisione politica implichi un aumento dell’efficienza di sistema. In altri termini, appare discutibile l’idea che, se anche il superamento di una Costituzione basata sulla tutela di diritti sociali si renda necessario per garantire la ‘governabilità’, quest’ultima produca benessere per tutti.

A ben vedere, sussistono ottime ragioni per ritenere che il decisore politico è “catturato” da gruppi di interesse e che, ponendo la questione in questi termini, il solo risultato ragionevolmente prevedibile a seguito della riforma costituzionale può configurarsi sotto forma di maggiore governabilità a beneficio dei gruppi di interesse che il Governo difende. E, almeno in questa fase storica, non sono certo né i lavoratori dipendenti, né i pensionati, né le piccole imprese. Va chiarito, a riguardo, che esiste un’ampia letteratura economica che mostra come un fondamentale presupposto per la crescita economica risieda esattamente nella tutela dei diritti sociali e, a questi connessi, a una più equa distribuzione del reddito. Ma si tratta di una letteratura marginalizzata dal pensiero dominante e palesemente non funzionale all’attuale modello di sviluppo, basato semmai su crescenti diseguaglianze distributive e su quella che Luciano Gallino, nei suoi ultimi scritti, definiva la ‘lotta di classe dall’alto’.

In questo senso, il referendum ha una notevole implicazione economica, giacché pone in evidenza il fondamentale discrimine fra una visione della carta costituzionale come strumento di tutela delle fasce deboli della popolazione e una visione della stessa come dispositivo finalizzato alla governabilità per l’efficienza, laddove quest’ultima passa attraverso il superamento del modello di democrazia economica delineato nella Costituzione attualmente vigente.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>