newsletter

  • Sean Smith charged with felony assault 18/08/2017
    Sean Smith charged with felony assault  NBCSports.comRaiders' Sean Smith charged with assault  Comcast SportsNet Bay AreaReport: Raiders Cornerback Sean Smith Charged with Felony Assault  Sports IllustratedFull coverage
  • Showtime Sports Head Stephen Espinoza Previews Mayweather-McGregor 18/08/2017
    Showtime Sports Head Stephen Espinoza Previews Mayweather-McGregor  Sports IllustratedFloyd Mayweather takes jab at Conor McGregor for going distance with 'retired' Paulie Malignaggi  MMA FightingFloyd Mayweather Says Conor McGregor Fight Is His Last, Talks Legacy on Call  Bleacher ReportColumn: What's in a smaller glove? More hype for the fight  FOXSports.comThe ten things you need to know before watching the Mayweather […]
  • Van plows into crowd in Barcelona's Las Ramblas district; 13 reported dead and scores injured 18/08/2017
    Van plows into crowd in Barcelona's Las Ramblas district; 13 reported dead and scores injured  Washington PostSpanish police 'stop second attack' after 13 killed in Barcelona  BBC News13 Dead and 100 Injured in Terrorist Attack in Barcelona; Second Suspected Plot Thwarted  Slate Magazine (blog)Vehicle attacks have taken a horrific toll since 2014  CNNAnother Fatal Ramming Attack, This Time in […]
  • Defiant, Trump Laments Assault on Culture and Revives a Bogus Pershing Story 18/08/2017
    Defiant, Trump Laments Assault on Culture and Revives a Bogus Pershing Story  New York TimesViolence again spurs cities to remove Confederate monuments, but many find hurdles to doing so  Washington PostFellow Republicans assail Trump after he defends Confederate monuments  ReutersAs Trump laments Confederate statues, a look back at eerie photos of Civil War  Chron.comMcAuliffe, Herring urge localities to remove […]
  • Republicans worry tax reform could be victim of their worsening relationship with Trump 18/08/2017
    Republicans worry tax reform could be victim of their worsening relationship with Trump  Washington PostRep. Erik Paulsen, with powerful colleague in tow, tries to sell tax code overhaul  Minneapolis Star TribuneFuror Over Trump's Charlottesville Remarks Raise Fears of a Stalled Legislative Agenda  VarietyFull coverage
  • 3 charities cancel Mar-a-Lago events amid Trump backlash 18/08/2017
    3 charities cancel Mar-a-Lago events amid Trump backlash  Washington PostAmerican Cancer Society, Cleveland Clinic Ditch Mar-a-Lago for Galas  U.S. News & World ReportAmerican Cancer Society, Cleveland Clinic pull events from Trump's Mar-a-Lago  New York Daily NewsCleveland Clinic, American Cancer Society pull fundraisers from Mar-a-Lago  PoliticoFull coverage
  • What scientists hope to learn from the eclipse 17/08/2017
    What scientists hope to learn from the eclipse  CNNSolar eclipse 2017: What you need to know  BBC NewsThere's still time to get eclipse glasses — but you'd better act fast  Los Angeles TimesSolar eclipse in San Diego opened the window for Sun's Pulitzer  The San Diego Union-TribuneThe Solar Eclipse is Coming: How To Snowboard During it  Transworld SnowboardingFull coverage
  • Top two officers and other sailors aboard the USS Fitzgerald to be disciplined following deadly collision at sea 17/08/2017
    Top two officers and other sailors aboard the USS Fitzgerald to be disciplined following deadly collision at sea  Washington PostNavy Punishes Leadership of USS Fitzgerald Following Deadly Collision Off Japan  NBCNews.comCaptain of US Navy Warship Involved in Deadly Crash Near Japan Relieved of Command  TIMENavy Fires Commander, XO from USS Fitzgerald for Fatal Collision  Military.comCommander and leadership of stricken […]
  • Facebook, Airbnb go on offense against neo-Nazis after violence 17/08/2017
    Facebook, Airbnb go on offense against neo-Nazis after violence  SFGateCloudflare CEO calls for a system to regulate hateful internet content  TechCrunchAll the Companies Who Say Hate Groups Can't Use Their Services Anymore  FortuneWhere Is the Line? Deadly Protest Forces Media to Decide  New York TimesToo Much Power Lies in Tech Companies' Hands  BloombergFull coverage
  • Four systems out there and hurricane season hasn't even hit its peak yet 17/08/2017
    Four systems out there and hurricane season hasn't even hit its peak yet  Miami HeraldTropical Storm Harvey forms near Caribbean as two other systems brew in Atlantic  AccuWeather.comTexas Attorney General opens voter fraud investigation into Robstown election  KRIS Corpus Christi NewsFull coverage
  • Red Sox want to ditch iconic Fenway feature over racist past 17/08/2017
    Red Sox want to ditch iconic Fenway feature over racist past  New York PostHaunted by legacy, Red Sox owner John Henry seeks to rename Yawkey Way  Chicago TribuneRed Sox owner John Henry feels Yawkey Way evokes racist past  ESPNLet the people of Boston decide the fate of Yawkey Way  Yahoo SportsWho's hot (Fowler), who's not (Leake) for Cards  STLtoday.comFull coverage
  • Republican senators are striking back in Trump's public war of words 17/08/2017
    Republican senators are striking back in Trump's public war of words  CNNRepublican Corker: Trump has not demonstrated 'stability' or 'competence' to lead effectively  Washington PostGOP Sen. Bob Corker: Trump Hasn't Demonstrated 'Stability' Or 'Competence'  HuffPostChloe Morrison Nooga.com - Home | Facebook  FacebookDonald J. Trump on Twitter: "Great to see that Dr. Kelli Ward is running against Flake Jeff Flake, […]
  • This basketball superstar is known around the world as 'KD.' In Prince George's County, he's just 'Kevin.' 17/08/2017
    This basketball superstar is known around the world as 'KD.' In Prince George's County, he's just 'Kevin.'  Washington PostKevin Durant would reject White House visit  SFGateKevin Durant Says He Will Not Visit White House: "I Don't Respect Who's In Office Right Now"  DeadspinKevin Durant on President Trump: 'I don't agree with what he agrees with'  ESPNFull coverage
  • Trump ends plans for his Council on Infrastructure 17/08/2017
    Trump ends plans for his Council on Infrastructure  CNNWhite House disbands another advisory council, this one on infrastructure  Washington PostTrump scraps infrastructure council plan  BBC NewsTrump Signs Order Rolling Back Environmental Rules on Infrastructure  New York TimesThe other terrible thing Donald Trump did yesterday, you know, besides the neo-Nazi stuff  MashableFull coverage
  • OkCupid bans white supremacist from dating app 17/08/2017
    OkCupid bans white supremacist from dating app  The Boston Globe'No room for hate': OK Cupid bans weepy white supremacist Chris Cantwell for life  Raw StoryFull coverage

Porto Recanati. Amministrative. Appello al voto per la cultura e la trasparenza.

Illustrazione di Guido Scarabottolo

Illustrazione di Guido Scarabottolo

Vogliamo invitare i nostri lettori a partecipare al voto amministrativo il 5 giugno p.v. e ad esprimere il proprio voto per quelle formazioni politiche che presentano programmi e candidati “credibili” per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini.

 

Foto da internet

Foto da internet

Il nostro appello.

Siamo  fermamente  convinti che il rinnovamento della vita culturale all’insegna del pluralismo, della qualità delle proposte e dei progetti   sia uno dei  punti qualificanti della compilazione di un programma elettorale. Un necessario  progresso  al miglioramento del nostro paese,  che rappresenti un punto  centrale e strategico di qualunque progetto di rinnovamento reale.

Anche con la cultura e la conoscenza si combattono la rassegnazione, la solitudine e l’antipolitica, con la cultura e la conoscenza si costruiscono l’inclusione e la convivenza tra popoli e culture diverse e  con la cultura e la conoscenza si combatte la desertificazione di tutte le nostre  “periferie”, si ricostruisce la fiducia nelle istituzioni, si ricostruisce una democrazia vera, e una vera riforma dello Stato in tutte le sue articolazioni che metta la partecipazione e la trasparenza al primo posto.

Riteniamo quindi innanzitutto necessario porre fine alle politiche basate sulla precarietà ed occasionalità degli interventi (estati, notti bianche, rosa, arcobaleno, bonus, sagre e fiere, eccetera), alla sostituzione dei diritti con “regali e mance” da distribuire a discrezione del “principe” di turno e alla teorizzazione del “mecenatismo”, cioè alla privatizzazione dei diritti e delle istituzioni.

Politiche autoreferenziali che restituiscono moltissimo in immagine per chi le promuove, ma in nessun modo influiscono sulla vita vera dei nostri territori.

Al contrario, vanno messe in atto politiche finalizzate a creare le condizioni culturali, economiche e sociali per accedere alla cultura e ai suoi luoghi e che garantiscano stabilità e trasparenza agli interventi e ai finanziamenti.

Fot da internet

Fot da internet

La cultura e la conoscenza per cambiare le nostre città

Pubblichiamo la “lettera aperta” per la cultura redatta dal Regista  Citto Maselli (maselli.citto@fastwebnet.it) che ha avuto centinaia di adesioni a livello nazionale che riteniamo utile anche per la nostra comunità.

  1. Noi pensiamo che vada innanzitutto messa in campo una nuova e diversa idea di città, un’idea imperniata su politiche volte a combattere disuguaglianze ed esclusione sociale, imperniate sulla lotta alla desertificazione delle nostre tante periferie, politiche basate sulla partecipazione e sulla condivisione. E la cultura, la conoscenza, la ricerca sono strumenti fondamentali di questa lotta.
  2. Investire in cultura non è un costo ma una risorsa: sociale ed economica. Solo l’intervento pubblico può impedire che l’unico filtro regolatore della produzione culturale sia il mercato, solo l’intervento pubblico può creare le condizioni perché la produzione culturale ed artistica sia realmente autonoma, indipendente e libera. Serve un intervento strutturale pubblico per mantenere in vita i luoghi di produzione e di fruizione della cultura nel nostro paese, per sostenere le mille attività e produzioni di quel mondo immenso e diffuso che tutti i giorni e su tutto il territorio col suo lavoro creativo ed artistico contribuisce a far crescere i saperi e la conoscenza, a combattere la passivizzazione e la solitudine.
  3. Riteniamo quindi innanzitutto necessario porre fine alle politiche dei grandi eventi, alle politiche basate sulla precarietà ed occasionalità degli interventi (estati, notti bianche, bonus, domeniche ai musei, eccetera), sulla sostituzione dei diritti con “regali e mance” da distribuire a discrezione del “principe” e sulla teorizzazione del “mecenatismo”, cioè sulla privatizzazione dei diritti e delle istituzioni.
    Politiche che restituiscono moltissimo in immagine e dal punto di vista economico per chi le promuove, ma in nessun modo influiscono sulla vita vera dei nostri territori, sulle tante periferie, sui bisogni quotidiani, sulla possibilità di arrivare alla cultura nel proprio quartiere, nel rispetto delle possibilità economiche di ognuno.
    Al contrario vanno messe in atto politiche finalizzate a creare le condizioni culturali, economiche e sociali per accedere alla cultura e ai suoi luoghi e che garantiscano stabilità e trasparenza agli interventi e ai finanziamenti.
  4. Sono necessarie politiche economiche per consentire a chi ha basso reddito e ai giovani di poter accedere ad una sala cinematografica, ad un concerto, ad uno spettacolo teatrale, ad un museo, alla lettura dei libri:
  • prezzi economici per cinema, teatri, concerti, libri, mostre;
  • politiche di sostegno alle istituzioni culturali, ai teatri, alle sale di qualità;
  • convenzioni tra le scuole e le istituzioni culturali pubbliche e private (cinema, teatri, gallerie, musei, sale di concerto, biblioteche, eccetera);
  • promozione e sostegno di tutte le forme di associazionismo realmente legate al territorio;
  • priorità alla formazione: dalle scuole alle biblioteche, ai centri di sperimentazione, ai laboratori. Bisogna portare la produzione culturale nelle scuole e le scuole nei luoghi di produzione culturale.
  1. Negli ultimi dieci anni hanno chiuso in Italia 1.150 sale cinematografiche, 45 solo a Roma. Così come chiudono i teatri (persino i grandi teatri stabili privati senza i finanziamenti pubblici non riescono a “stare sul mercato”), chiudono le imprese di produzione teatrale e si sciolgono le compagnie. Chiudono le biblioteche e le librerie; vengono sgombrati i centri sociali e i luoghi collettivi di “integrazione”, di produzione e fruizione culturale, di creazione di “comunità”.
    Prioritaria è quindi una politica per garantire l’accesso, la ri-costruzione e la gestione partecipata de i “luoghi” della cultura.
  2. Per luoghi della cultura intendiamo intanto la salvaguardia e il rafforzamento di quelli già esistenti sul territorio: sale teatrali e cinematografiche, sale per concerti, biblioteche, librerie, sedi di associazionismo, di archivi e di tutto quanto è produzione, diffusione e fruizione della cultura e dell’arte. Di fronte alla vera e propria strage di questi spazi, alla loro trasformazione in sale da gioco, centri commerciali e quant’altro, noi chiediamo una legge – di livello nazionale ma intanto e subito di livello locale – di pochissime righe che impedisca il cambio di destinazione d’uso di tutti i luoghi della cultura, della conoscenza e dell’arte. E proponiamo che laddove il privato non sia più in grado di sostenere economicamente uno di questi luoghi, intervenga l’ente locale acquisendone la proprietà e garantendo finanziamenti certi per l’attività culturale.
    Chiediamo che la gestione di questi luoghi sia affidata in maniera pubblica e trasparente alle forze culturali, sociali e professionali del territorio sulla base di progetti di lavoro culturale stabile e permanente.
  3. Per quanto riguarda lo spettacolo dal vivo pensiamo che i soggetti stabili ad iniziativa pubblica devono essere trasformati in “residenze” affidate a direzioni artistiche in base a concorsi pubblici basati su curricula e progetti culturali triennali che prevedano il rapporto stabile con il territorio, formazione professionale e dei pubblici, rapporto con le scuole, ricerca e sperimentazione, documentazione, conservazione e valorizzazione delle attività svolte, oltre ovviamente al rispetto del contratto nazionale di lavoro.
  4. Diciamo anche in modo chiaro e forte che siamo contrari a qualsiasi forma mascherata di privatizzazione come la trasformazione di luoghi e istituzioni pubbliche in fondazioni. E poiché la definizione “bene comune” ormai non tutela più il bene collettivo, proponiamo di parlare d’ora in poi e a scanso di equivoci di “bene pubblico”.
  5. Ma per luoghi della cultura pensiamo anche alla creazione di spazi realmente pubblici in ogni in ogni quartiere di ogni città o paese, nei quali sia data – in particolare ai giovani – la possibilità di produrre, ricercare e sperimentare, esprimersi e creare e nei quali sia possibile accedere alla produzione e alla fruizione culturale. Luoghi del territorio e non sul territorio. La cultura per noi è strumento e momento di formazione e di crescita, di consapevolezza critica, di conoscenza della realtà, per modificarla. Va “vissuta” in tutte le sue forme nel proprio quartiere, secondo le proprie possibilità e la propria vita, in modo permanente e non in notti bianche concesse una volta l’anno.
  6. E luoghi della cultura sono anche tutte quelle esperienze di base e quegli spazi “occupati” e sottratti alla mercificazione e gestiti dalle forze sociali e culturali del territorio. Così come luoghi della cultura e della produzione artistica devono diventare i tanti edifici pubblici “dismessi” e abbandonati. È compito delle amministrazione renderli realmente pubblici, cioè di tutti e trasformarli in laboratori, residenze, botteghe, luoghi di sperimentazione e creazione dati in gestione pubblica e trasparente.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>