newsletter

Specchiomagazine Libri

 
Specchiomagazine Libri Incontro tra storie e lettori
Gruppo Facebook · 3 membri
Iscriviti al gruppo
 

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

La grande architettura deve essere un bel racconto

L'architetto tedesco Ole Scheeren

L’architetto tedesco Ole Scheeren

I TED talk (TED è acronimo di “Technology Entertainment Design”) sono conferenze, organizzate dalla fondazione no-profit Sapling, a cui intervengono per esporre idee originali grandi personalità del mondo della scienza, dell’arte, dell’imprenditoria e della politica, con concetti semplici, presentazioni d’impatto e oratoria coinvolgente.

Nel mese di settembre 2015, a Londra, l’architetto tedesco Ole Scheeren ha spiegato la sua visione di architettura come collaborazione e racconto.

Nel XX secolo è prevalsa la dottrina “la forma segue la funzione”, a cui Scheeren contrappone “la forma sege il racconto”. Quale racconto? La vita stessa delle persone che abitano e lavorano nei complessi architettonici.

Secondo tale visione, l’architettura crea prototipi di esperienze sfidando i vincoli della realtà fisica: l’architetto, infatti, non progetta strutture meramente decorative o funzionali, ma vere e proprie strutture organizzative.

L’architetto tedesco definisce “ibrido narrativo” il sistema complesso delle relazioni tra l’architettura e i suoi utenti, una storia di reciproca definizione, un’interazione simile a quella teatrale tra scenografia e attori.

Per farsi un’idea concreta delle conseguenze di tale approccio filosofico, ecco la galleria di alcuni dei principali progetti dello studio Büro Ole Scheeren.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>