bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


A tutti i nostri lettori

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
agosto 2021
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Porto Recanati. Luci sul Nervi, sia fatta la luce

Foto tratta dal blog "chiedi alla polvere.eu"

Foto tratta dal blog “chiedi alla polvere.eu”

riceviamo da Gioacchino di Martino

L’evento merita una citazione biblica perché segna una data storica per Porto Recanati. E’ la data in cui la caparbietà e la voglia di verità ha sconfitto l’arroganza e la protervia del potere che, in ogni modo, ha cercato di evitare di rendere nota una verità certamente scomoda e che, se rivelata, avrebbe messo in luce un modo di esercitare la gestione della cosa pubblica a dir poco disinvolta. Naturalmente sto parlando della richiesta di accesso agli atti relativi allo studio di fattibilità presentato dall’amministrazione comunale di Porto Recanati alla Giunta Regionale delle Marche per ricevere un contributo di 130.000 (centotrentamila) euro per l’illuminazione del Nervi e la realizzazione di una Passeggiata a mare, a lato del capannone. Ieri tramite posta certificata il Segretario generale del comune mi ha trasmesso, con protocollo 24464, quanto richiesto. Già dalla prima pagina del documento, ho avuto la certezza di non aver combattuto una battaglia inutile e personale ma di aver esercitato solamente il diritto e dovere di giornalista nel cercare di scoprire ciò che di poco chiaro nasconde uno sperpero di denaro pubblico di così elevata portata. Partendo dalle dichiarazioni rilasciate dalla vice sindaco il 4 febbraio, in cui veniva affermato di aver chiesto alla CPM di fare gratuitamente un progetto che valorizzasse, solo con le luci, le peculiarità dell’immobile, è iniziata la ricerca della documentazione a sostegno di un così cospicuo stanziamento di fondi. Quando poi da parte dell’ufficio tecnico del comune è iniziato il balletto delle delibere e delle determine approvate e poi annullate e si è giunti all’assegnazione dell’appalto alla CPM, si è concretizzata la certezza che avere accesso allo studio di fattibilità era indispensabile per fare chiarezza sulla vicenda. L’atteggiamento tenuto dall’ amministrazione è stato tra i più puerili che potesse essere tenuto in quanto, ritenendo forse di avere a che fare con uno sprovveduto, e non considerando che la missione principale della pubblica amministrazione è quella della trasparenza e dell’agevolare il cittadino nelle sue necessità, ha alzato le barricate nel rifiutare l’accesso al documento richiesto appellandosi, con lettera a firma del sindaco (sic), ad una norma ormai superata da un’altra più semplice ed appellandosi alla quale ogni resistenza ha dovuto cedere il passo alla TRASPARENZA. Trasparenza che ha confermato ciò che è stata la intuizione originale. La C.P.M., in data 15.09.2020, aveva prodotto lo studio di fattibilità di illuminazione per il NERVI, con relativi computo metrico estimativo e computo metrico per categorie, con descrizione e prezzi del quadro elettrico, degli apparecchi illuminanti, della linea elettrica, e delle opere edili per un totale di 79.498,58 euro. In data 28.06.2021 con determina 767 del responsabile del 5° settore della Citta di Porto Recanati, vengono “riaffidati” i lavori di “ILLUMINAZIONE ARTISTICA CAPANNONE NERVI E REALIZZAZIONE PASSEGGIATA A MARE” alla C.P.M. Gestioni Termiche, per l’importo di 103.852,24 euro, annullando la precedente determina 581 del 18.05.202,1 di identico oggetto. Affidamento avvenuto a seguito di gara, a cui ha partecipato un solo altro concorrente ed in cui la C.P.M. ha praticato un ribasso sulla base d’asta del 3,99%. Fin qui la cronaca dei fatti. Il lavoro d’inchiesta giornalistica termina qui. Il seguito, se vorranno, potranno scriverlo innanzi tutto le forze di opposizione che siedono in Consiglio comunale ed alle quali non mancano le competenze, gli strumenti e le capacità per approfondire i fatti e le circostanze descritte. Un caldo arrivederci.

Gioacchino Di Martino

Porto Recanati, 7 agosto 2021

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>