bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
marzo: 2016
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Marche seconde in Italia per contraffazioni. 4.800 imprese artigiane esposte a concorrenza sleale

ANSA

Il falso “made in” e il mercato della contraffazione minacciano quasi 4.800 imprese artigiane delle Marche. Scarpe, vestiti, capi in pelle; la moda è il settore più a “rischio” e, stando al report dell’Ufficio Studi della Confartigianato, le Marche sono seconde in Italia, dopo la Toscana e prima dell’Umbria, per la quota di artigianato manifatturiero (35%) esposto a concorrenza sleale, percentuale inoltre nettamente superiore alla media italiana (19,8%). Sono 4.792 le attività dell’artigianato che nelle Marche risultano a rischio di contraffazione, un terzo su un totale di 13.691 imprese del manifatturiero artigiano, precisa lo studio della Confartigianato che nel dettaglio fotografa la “mappa” del rischio nelle diverse province del territorio. Particolarmente alto a Fermo, prima per quota di artigianato manifatturiero sotto minaccia di concorrenza sleale (66,6%), quindi Macerata (39,8%), Ascoli Piceno (22,7%) e Ancona (21,9%) e infine Pesaro Urbino (18,2%).

Contraffazioni (ANSA)

Contraffazioni (ANSA)

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>