bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


A tutti i nostri lettori

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
febbraio 2022
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

Porto Recanati. Quando il silenzio operoso è decisamente auspicabile

Fonte internet

Fonte internet

riceviamo da Giocchino di Martino

Ad oltre cento giorni dal responso delle urne la coalizione elettorale, risultante vincitrice, ancora stenta ad illustrare un programma organico complessivo del futuro della nostra città. Due forse i principali motivi di questo impedimento. Il primo certamente è la mancata presentazione del Documento Unico di Programmazione che indica sia gli obiettivi, che si intendono raggiungere nell’arco della consiliatura, e sia la temporizzazione delle risorse finanziarie con le quali raggiungere questi obiettivi. Il secondo, invece, è che molto probabilmente la coalizione vincente non era una coalizione politica fondata su di un programma di sviluppo reale della città ma più semplicemente una aggregazione di rispettabilissime e più che rispettabilissimi raccogli voto che hanno ritenuto che tanto bastasse per poter amministrare la città. Parlare di cambiamento, senza specificare in dettaglio che cosa debba intendersi per cambiamento, non significa che taumaturgicamente il cambiamento avvenga ma, soprattutto, occorre specificare in che modo si intenda operare perché il cambiamento avvenga. I singoli componenti di questa amministrazione hanno una particolare predisposizione alla comunicazione e facilitano il lavoro dei giornalisti locali dispensando, quasi quotidianamente, notizie su quanto sarà realizzato. Le rassegne stampa delle ultime ore ne son una più che attendibile testimonianza. Una testimonianza che certifica anche di come, a volte, certe dichiarazioni sono fatte soprattutto per pubblicizzare il venditore più che il prodotto venduto. La campagna elettorale è terminata alle ore quindici del quatto ottobre e con essa le dichiarazioni di intenti. Oggi è l’ora di leggere come i propositi si stiano trasformando in realtà. E una lettura attenta, purtroppo, non fa che confermare come l’ordinario venga spacciato per straordinario sorvolando che iniziative e fondi provengono da specifici bandi nazionali e regionali e che nulla ancora può essere intestato come azione derivante dal programma di rinnovamento sbandierato in campagna elettorale. Certo leggere che i progetti messi in campo quest’anno sono stati formulati con la collaborazione della dirigente e dell’intero ufficio dei servizi sociali indubbiamente tranquillizza sul loro regolare svolgimento ma lascia in ombra un interrogativo circa l’attività svolta negli anni precedenti essendo questo ormai il secondo anno di emergenza COVID. Analoga valutazione meritano anche le dichiarazioni del neo assessore alla sanità che, per certi versi, sembra quasi ricalcare la soddisfazione espressa dalla collega delegata ai servizi sociali nell’evidenziare la collaborazione della dirigente il servizio. Nel caso specifico ci si trova forse in una fase di verifica della fattibilità di alcune idee certamente non sconvolgenti ma che si possono definire senz’altro di buon senso comune. La comunanza con la collega la si trova là dove l’assessore esprime la soddisfazione di aver trovato l’appoggio del consiglio di amministrazione dell’azienda municipalizzata che gestisce la farmacia. Ecco, assessore, per municipalizzata si intende che l’azionista è il Comune e l’azionista indica la missione della società che il Consiglio deve perseguire. L’alternativa sia per il Consiglio che per l’azionista è una soltanto e la si trova nel Codice Civile.

Gioacchino Di Martino

Porto Recanati 2 gennaio 2022

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>