bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


A tutti i nostri lettori

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
febbraio 2022
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

MUSICULTURA: Iosonorama si aggiudica la Targa Banca Macerata

Ass Riccardo Sacchi Iosonorama John Vignola

Irene Grandi  attesa ospite martedì 1 marzo alle Audizioni live del Festival

 John Vignola, giornalista e critico musicale di Rai Radio1,ha aperto la terza serata delle Audizioni live di Musicultura con un viaggio alla scoperta dei personaggi  che hanno contribuito in maniera fondamentale al successo delle star musicali.  Le figure dei grandi manager: dal Colonnello Tom Parker di Elvis Presley, a Brian Samuel Epstein che porto al successo i Beatles, fino al personaggio quasi malavitoso di Peter Grant dei Led Zeppelin, passando attraverso la figura  del manager “illuminato” di Bruce  Springsteen Jon Landau.

 

Raffaella De Falco, in arte Iosonorama, di Napoli si è aggiudicata il Premio del pubblico Targa Banca Macerata consegnata da John Vignola e dall’Assessore al Turismo ed Eventi del Comune di Macerata Riccardo Sacchi.

Iosonorama ha una carriera alle spalle fatta di ballo e di musica e nel brano “Zero volume”, un’intensa preghiera atipica rivolta alla città di Napoli, si è esibita con la coreografia di una ballerina, la sua migliore amica Marzia. Iosonorama accede all’Accademia Spettacolo Italia e nel 2020 apre il concerto di Tony Esposito per il Wine Art Jazz Fest. Nel 2021 pubblica 3 inediti tra cui “Pos/To/ Me”, secondo brano presentato a Musicultura, con il quale si aggiudica un posto al Deejay On Stage di Riccione. A gennaio 2022 arriva semifinalista al premio Fabrizio De André; è in uscita il suo primo EP “Fenomeni Paranormali”.

L’artista più applaudito dal pubblico del teatro è stato Guido Maria Grillo discendente del grande Totò e originario di Salerno. Guido Maria Grillo ha omaggiato con uno stile personalissimo e ricercato la canzone napoletana, con echi del Mediterraneo, tracce di elettronica e di musica araba  nei brani  “Chi ci salverà ” e  “Tramonto”.  Laureato in filosofia, Guido Maria Grillo ha pubblicato, due EP e un singolo, collabora con  Levante, Musica Nuda, Cristiano Godano, Paolo Benvegnù e ha aperto i concerti di Rufus Wainwright, Anna Calvi, Avion Travel, Marlene Kuntz, Musica Nuda e Niccolò Fabi.  Ospite del Premio Tenco nel 2011 e vincitore del Premo Lauzi nel 2017, è co-autore ed interprete di due spettacoli teatrali: “ME-DEA della sua grazia” e “La Maledizione dei puri – Se Pasolini e De André”.  “Questa nostra guerra” è il titolo del suo primo libro. Dal palco di Musicultura Guido Maria Grillo ha lanciato un messaggio: “Non rassegnarmoci all’involuzione dell’essere umano, la rassegnazione è il preambolo dell’abitutide, cerciamo di essere empatici e resistiamo finche e possibile.”

 

A musicultura il sound di  Scuro  che di scuro ha solo il nome, ha precisato  il cantautore e  chitarrista leccese che ha presentato “Da un’altra vita” e “Non ci credo” brani dalle sonorità incisive e spirito rock, mescolati con elettronica e melodie pop su testi ironici e ricercati “Mi piace giocare con i testi  e con i modi di dire,  lavoro molto sulla scelta delle parole” ha raccontato l’artista, allievo  del CET e laureato in composizione pop al conservatorio. Scuro  lancia il primo EP nel 2019, anticipato dal singolo “Niente di così importante”. L’anno successivo pubblica il brano “Da Un’Altra Vita” e la sua ultima uscita è “Non ci credo”. Oltre al progetto solista, Stefano Scuro è il leader dei Logo e membro della band Moods.

 

Avorio è il nome d’arte di Alessandro Femminella di Lanciano che ha proposto con la  sua chitarra acustica “L’imprevisto”  e “Mamma” canzoni espresse con passione e  ardente  fuoco primordiale “Parto sempre dalla melodia – ha detto l’artista – poi il testo viene adattato il più possibile all’emozione che crea il suono.”

Avorio è un collettivo musicale, figurativo e teatrale nato a Vasto con l’intento di riportare l’artigianato artistico italiano tra i vanti dell’era contemporanea. Nell’estate 2020, il collettivo  inizia la scrittura dei brani del primo disco di musica leggera italiana, melodie retrò miste a ritmiche moderne.

 

Sonorità pop rock quelle offerte da  Zerella di  Avellino con le canzoni  “Tutta Bianca” e “Prenderti o perderti” dove il ruolo dei testi è predominante “La scrittura è la parte della canzone in cui mi sento più a mio agio e poi ho la fortuna di lavorare con bravissimi musicisti” ha spiegato  Ciro Zerella  che esordisce nel mondo  musicale  nel 2018 con “Sotto Casa Tua”. Nel 2019 è tra i 130 nomi selezionati da 1MNext , tra i 25 semifinalisti del Premio De André e in finale al Premio Ugo Calise.Nel 2020 partecipa a Esordi su RaiRadio 2 e RaiPlay, e al format “Musica e Parole” del Premio Tenco. Nel 2021 il cantautore irpino è finalista al Premio Brassens e torna sulla scena musicale con “All’una con te” e “Se Dio vuole”.

 

Il rapper romano Faax, al secolo Fabio Cannavale, ha cantato  “Autotune” e “Ora d’aria” brani caratterizzati da un  flow icastico e incisivo e capacità autorale.

Faax pubblica il singolo “Autotune” nel 2020 e l’anno successivo ”2G” e “Ora d’Aria”.  In seguito il rapper capitolino comincia  una sperimentazione che porta alla nascita di “Giornate Storte”, brano che intreccia dinamismo e introspezione innovando e rivoluzionando le prerogative insite nel rap game italiano.

 

 

Franz e i pensieri molesti  è il nome della band  di Torino nata nel  2016 e composta da Francesca, Lorenzo, Jacopo, Roberto ed Enrico che  si è esibita con “Mania” una canzone sulle “ansie” provocate dai sentimenti e  con “Come la vita” il loro ultimo singolo sul tema dell’imprevedibilità della vita.

Nel 2016 la band pubblica  il primo album “Col senno di poi” è di tre anni dopo l’uscita di “Anomalia”, la raccolta che segna la loro evoluzione dal folk cantautorale al pop.

La musica di Franz e i pensieri molesti,   nel limbo tra il mainstream e l’alternativo è sempre impegnata a sostegno della causa LGBT, di cui porta sul palco i colori e i messaggi di amore e uguaglianza.

 

Oggi domenica 27 febbraio  alle ore 17 si esibiranno:

Costanza di Livorno, Anna e l’appartamento di Verona, Matteo Leone di Calasetta (SU)

Francesco Forni di Roma, Vito di Palermo e Hurricane di Vicenza

 

Martedì 1 marzo ore 21 –  ospite Irene Grandi

si esibiranno: Isotta di Siena, Ponente di Palermo, Sandri di Cesena, Moretti di Milano,

Filippo Bubbico di Lecce e Moriel di Modena

 

 

 

 

Gli spettacoli delle Audizioni live si terranno tutte le sere al Teatro Lauro Rossi dal 24 al 6 marzo (con esclusione  di lunedì 28 febbraio ) avranno inizio alle ore 21, salvo la domenica, quando si andrà in scena alle ore 17. L’ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria su www.musicultura.it. E’ richiesto il super green pass e l’utilizzo della mascherina FFP2.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sostenitori e partner

Banca Macerata è Main Partner di Musicultura.

Il Festival ha il sostegno del Ministero della Cultura, del Comune di Macerata e della Regione Marche. Rai Radio1 è la Radio Ufficiale del festival. Partner culturali l’Università di Camerino, l’Università di Macerata e l’Accademia di Belle Arti di Macerata. Contribuiscono alla realizzazione della manifestazione la Camera di Commercio delle Marche, Unico, APM,  NuovoImaie, AFI. Partner tecnici: Clinicalab, Sound D-Light, Connesi.

 

www.musicultura.it

Ufficio stampa Musicultura Format Communication  Cristina Tilio tel. 337654877 cristina.tilio@gmail.com

Comunicazione “Musicultura”: Daniele MignardiPromopressagency

T 06 32651758 – info@danielemignardi.it

Rif. Lucia Santarelli T +39 346 3622351 – lucia@danielemignardi.itwww.danielemignardi.it

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>