bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


A tutti i nostri lettori

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste un caffè, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
gennaio 2023
L M M G V S D
« Dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

La bellezza salverà il mondo. Concerto per organo e mezzosoprano nella Chiesa del SS. Sacramento a Civitanova Alta

di Raimondo Giustozzi

Continuano a Civitanova Marche Alta, nella chiesa del SS. Sacramento, p.le. G. Garibaldi, le iniziative volte a ricordare i primi cinquecento anni della Confraternita SS. Sacramento. Domenica 15 gennaio 2023, dalle 17,30 alle 18,30, Maurizio Maffezzoli, all’organo, e Elisabetta Pallucchi, mezzosoprano hanno deliziato i presenti con musiche e canto, secondo un programma ben scelto e valido per le emozioni suscitate. “Mala tempora currunt”. Corrono tempi cattivi. Epidemia da Covid 19, non del tutto sconfitta, guerra scellerata, scatenata dalla Federazione Russa contro l’Ucraina, crisi economica sono forieri di preoccupazioni infinite. Anche l’innocenza è andata in frantumi. La musica e il canto hanno sempre il potere di darci, anche se per poco tempo, attimi di bellezza e di serenità. E’ quello che è stato con il concerto per organo e mezzosoprano.

Il programma è stato diviso in due parti. Nella prima è stato dato spazio a musiche e testi in lingua latina e italiana, nella seconda a brani musicali e canti in lingua spagnola. Il concerto si è aperto con Ricercada di M. Cavazzoni (1490 ca. 1570 ca.). Di A. Grandi (1586- 1630) è stato proposto il celebre brano Cantabo Domino, di Anonimo Gallipoli (XII sec.) Pastorale Pizzicata, un brano dove la musica dei pastori si mescola al tradizionale ballo della pizzica proprio della terra salentina. Nel brano Mascara sonata e ballata da più cavalieri Napolitani di G. Strozzi (1615- 1687) i suoni iniziali aumentavano in un crescendo veramente entusiasmante. Ave regina coelorum di G. B. Riccio (XVII sec.), Sinfonia in Do di Anonimo Toscano (sec. XIX), e Sumite psalmum di A. Grandi (1586- 1630) hanno posto fine alla prima parte.

La seconda parte del concerto è stato un tributo alla musica e al canto in lingua spagnola: Diferencias sobre el canto del Caballero di A. de Gabezon (1510- 1566), Secundo Tiento de Sexto Tono, di F. Correa, musica travolgente e veramente bella, Batalha de sexto Ton di Pedro de Araujo (XVII sec.), suoni di fanfare e clamori di battaglia, Tiento n° 69 Tres Glosas sobre el Canto Llano de la Immaculada Concepcion di F. Gorrea de Arauxo (1575- 1654) e Laudate Dominum di F. A. Rojero (1973) hanno posto fine al programma di sala. Elisabetta Pallucchi, mezzosoprano e Maurizio Maffezzoli, all’organo hanno voluto salutare i presenti con la musica e il canto del testo Ave regina. E’ stata veramente una bella serata.

 

Notizie prese dalla locandina Programma di sala distribuita ai presenti al Concerto

Elisabetta Pallucchi, mezzosoprano, è nata e vive a Spoleto. Si è diplomata in canto al conservatorio di Pescara con il massimo dei voti e in Didattica della Musica presso il Conservatorio di Perugia. Ha conseguito la Laurea di II livello in Canto Barocco studiando sotto la guida di Gloria Bandinelli ottenendo il massimo dei voti e la lode. Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento nel repertorio antico e cameristico. Ha cantato in festival nazionali e internazionali come il Festival delle Nazioni (Città di Castello), il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, OperaInCanto (Terni), Segni barocchi (Foligno), Festival Transeuropeen (Rouen), Emilia Romagna Festival, Festival Pianistico di Spoleto, Hoors Sommaopera (Svezia), TLR Classica (Macerata), MusicaSacraFestival, Festival dei Due Mondi (Spoleto), Festival Villa Solomei (Perugia), Stagione concertistica di musica antica Seicentonovecento (Pescara), Festival Concertistico Internazionale (Regione Veneto), Festival Organistico Internazionale (Venezia), Festival Federico Cesi (Terni), Menuhin Festival di Gstaad (Svizzera), Festival de Ushuaia (Argentina), Brinkhall Summer Concerts di Turku (Finlandia), Waterloo Festival (Londra), festival International Orgues Historiques (Francia), Festival Autunno Barocco (Napoli).

Maurizio Maffezzoli è nato a Como nel 1974, diplomato in Organo e Composizione Organistica con il M° W. Van de Pol, Clavicembalo con il M° A. Fedi e Didattica della Musica con il M° A.M. Freschi presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia. Ha approfondito gli studi con A. Fedi, F. Munoz, L.F. Concerto d'organo e mezzosopranoTagliavini, L. Tamminga e H. Vogel. Ha al suo attivo numerosi concerti, in Italia e all’estero, sia come solista che in formazioni cameristiche, (Festival dei due Mondi di Spoleto, Festival Organistico di Viterbo, Hermans Festival International Orgues vallées Roya – Bavera – Francia – Organ, Festival di Tokyo, Concerti d’organo a Varsavia, Città del Messico, Helsinki, Lublino, Vejle, Danzica (Germania). Ha collaborato come docente con il Conservatorio Nacional de Musica di Città del Messico, Akademia Muzyczna Bydgoszcz (Polonia) e la Frederic Chopin Musical University. Dirige il coro “Monti Azzurri” di Pievebovigliana (MC), il coro di voci bianche “Helvia Recina” di Villa Potenza (MC). Ha inciso il cd “Organum contra Organum” per due organi, un cd con musiche inedite di autori abruzzesi per la Tactus, un dvd “Terra d’organi” per la provincia di Macerata. E’ presidente dell’associazione musicale “Organi – Art & Borghi” di Camerino con cui organizza il Festival organistico “Terra d’Organi Antichi” e organista titolare dell’organo di S. Caterina d’Alessandria di Comunanza (FM) e degli organi della Basilica di S. Venanzio di Camerino (MC).

Raimondo Giustozzi

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>