bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
marzo 2022
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

AEMC International Chamber Music Competition, concorso internazionale alla sua quarta edizione

IMG_8064

Pacific Symphony Youth Quartet

Si è conclusa in questi giorni la quarta edizione dell’AEMC International Chamber Music Competition, concorso internazionale online di musica da camera indetto dall’Associazione europea di musica e comunicazione di Montecassiano. “Quest’anno” – ci racconta il Maestro Alberto Nones, pianista e musicologo, presidente dell’AEMC e docente al Conservatorio di Matera – “abbiamo ricevuto iscrizioni da Cina, Corea del Sud, Stati Uniti e Russia, senza dimenticare l’Italia. Anzi è per me un particolare piacere poter annunciare che tra i vincitori, per la prima volta dalla nascita del concorso quattro anni fa, figura un ensemble italiano”. Il verdetto della giuria, composta dai maestri Bertrand Giraud (Francia), Hamish Robb (Nuova Zelanda) e lo stesso Nones, ha assegnato all’unanimità il primo premio al Rasa String Quartet (USA). “Il quartetto Rasa” – afferma Nones – “ha interpretato magistralmente Mendelssohn ma ha avuto anche il merito di portare Florence Price, una compositrice classica afro-americana che è stata recentemente riscoperta. Questo ensemble si sta affermando come uno dei più interessanti dell’area di Boston, a suo agio tanto nei brani più impegnativi del repertorio quartettistico quanto in brani meno noti e perfino nel fiddle, in cui eccelle la sua violinista Maura Shawn Scanlin”. Secondo classificato, con musiche per due pianoforti di Hummel e Britten, il Dantès Piano Duo (Italia), formato da Fabio Ciancio e Annachiara Muzzachi. “Di questo duo posso dire – prosegue Nones – che è formato da una pianista pugliese e un pianista calabrese che si stanno perfezionando in Austria e denotano già un alto grado di maestria esecutiva”. Il terzo premio è andato al Trio Sablé (Corea del Sud), nella formazione di flauto, oboe e pianoforte. “Bella musicalità nelle esecuzioni di queste tre coreane” – rileva il Presidente della AEMC – “che hanno presentato un programma originale di brani della britannica Madeleine Dring e del francese Jean-Michel Damase”. I premi non si sono rivelati sufficientemente numerosi per questa edizione del concorso. “Il livello era tale che, su mia proposta subito recepita dagli altri membri della giuria, abbiamo deciso di introdurre quest’anno l’assegnazione di premi speciali a quegli ensemble il cui punteggio non ha consentito loro di ottenere i primi tre premi ma che si è attestato sopra gli 85/100. Stiamo parlando di ensemble estramente promettenti, dotati di visioni poetica già matura e ottimo dominio tecnico”. Emerging Artist Awards sono andati così all’Estra Duo formato dalle italiane Sofia Celenza e Aurora Orsini, e al Pacific Symphony Youth Quartet, costituito da quattro giovanissimi musicisti sino-americani. “A loro come a tutti gli altri premiati” – conclude Nones – “è stata data una importantissima opportunità: la distribuzione digitale di loro incisioni tramite l’etichetta discografica francese Anima Records. Questa è una caratteristica che contraddistingue il concorso AEMC, pensato come un’occasione sia di farsi conoscere per nuove formazioni sia di ulteriore lancio per ensemble cameristici già affermati”.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>