bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
giugno: 2021
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

“Sankofa” il nuovo album di Amaro Freitas, astro nascente del jazz carioca e internazionale

Musica Jazz - Amaro, Sankofa
Musica Jazz - Amaro, SankofaDai bassifondi di Recife nel nord-est del Brasile all’icona del jazz internazionale, Amaro Freitas ha lavorato instancabilmente per diventare l’artista che è oggi. Guadagnando l’attenzione internazionale per “un approccio alla tastiera così unico da
essere sorprendente” (Downbeat), i suoi album di debutto e secondo album Sangue Negro (2016) e Rasif (2018) sono arrivati su un’ondata di consensi istantanei.
Questo suo nuovo album “Sankofa” – una ricerca spirituale nelle storie dimenticate, filosofie antiche e figure ispiratrici del Brasile nero – è il suo lavoro più straordinario e sincero fino ad oggi.
“Ho lavorato per cercare di capire i miei antenati, il mio posto, la mia storia, come uomo di colore. Il Brasile non ci ha detto la verità sul Brasile. La storia dei neri prima della schiavitù è ricca di antiche filosofie. Comprendendo la storia e la forza
della nostra gente, si può iniziare a capire da dove vengono i nostri sogni e desideri “.
Questo prodigioso giovane pianista brasiliano, crea una musica che è un’esplorazione stravolgente della tradizione ritmica e musicale brasiliana proiettata verso orizzonti di fulminanti e elettrizzanti sperimentazioni jazz.
La sua è una storia di privazioni e povertà, comune a tanti suoi coetanei. Abbandona il conservatorio perché non ha i soldi per l’autobus, ma, grazie ad un talento e ad una caparbietà straordinarie, a soli 22 anni si
impone all’attenzione della scena jazz brasiliana. Il suo stile pianistico percussivo trae origine dalle sonorità tradizionali del Pernambuco e dai jazzisti che lo hanno influenzato, soprattutto Monk e Corea.

Amaro Freitas si sta imponendo tra i pionieri del nuovo jazz brasiliano. Per il giovane prodigioso pianista, lo spirito della sua città natale è profondo. Dal maracatu afro-brasiliano nato nelle piantagioni di zucchero degli schiavi ai ritmi carnevaleschi ad alta intensità di frevo e baião, l’approccio fortemente jazzistico di Amaro è tanto in debito con queste tradizioni del Pernambuco quanto con Coltrane, Parker e Monk. Come a ricercare la sintesi ideale tra Dollar Brand/Abdullah Ibrahim e quel Chick Corea che Freitas indica quale suo principale modello e maestro.

Accanto a Jean Elton (basso acustico), Hugo Medeiros (batteria), Amaro esplora le capacità del pianoforte in complessi schemi matematici che creano ritmi imprevedibili e ipnotici.
Amaro suona nel classico formato trio, ma non ripete le norme. Al contrario, il suo lavoro sta aprendo nuove strade e ampliando le possibilità musicali.
Straordinario talento.
video:
live at Lincon Center concerto completo > https://www.youtube.com/watch?v=7sgWPJHxGP8
Cosa n°4 (Moacir Santos) > https://www.youtube.com/watch?v=gFTuRcB062g
Milton Nascimento e Criolo feat. Amaro Freitas – Não Existe Amor em SP > https://www.youtube.com/watch?v=vwjVbpKlTUc
live in Blue Note, Rio (concerto completo) > https://www.youtube.com/watch?v=T4dPDX3jktE

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>