bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
giugno: 2020
L M M G V S D
« Mag   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Un grande tappeto pieno di poesie … al sapore del te’ Anche un marchigiano, unico italiano, tra i selezionati di questo progetto francese

103632579_263760201540034_1867994146055974188_n

103761162_2530187600629444_7338418579943974692_n

C’è anche un marchigiano, Piergiorgio Viti, nel progetto internazionale che vede coinvolti oltre cento poeti di tutto il mondo, voluto dall’artista, traduttrice e poeta francese Cécile A. Holdban. La poeta, durante il periodo del lockdown in Francia, ha coinvolto 172 autori di tutto il mondo, tra cui Viti, unico italiano, i quali le hanno donato un verso tratto dai loro testi. Versi pieni di fiducia, di speranza, per superare un momento duro, quello della pandemia appunto, ma che, attraverso l’arte, può diventare foriero di ispirazione, di collaborazioni, di idee.

Infatti, l’artista parigina, con un lavoro quasi da amanunense, ha illustrato i versi pervenuti su dei sacchetti da tè, dalle misure minuscole, visto che spaziano dai 7 ai 10 cm. Non solo, talvolta, come colori, sono stati usati proprio i pigmenti delle spezie, delle erbe o degli infusi in essi contenuti, mentre, in altri casi, la Holdban ha utilizzato acrilici, cere, acquerelli, penne, ecc. Non è però tutto: i vari “sacchetti” da tè sono stati assemblati tra loro, formando così un grande tappeto gigante, dalle dimensioni enormi, 150 x 240, coloratissimo e…molto poetico! L’opera, senza dubbio originale, dal titolo “Tapis de chiffon”, verrà esposta il prossimo 24 giugno in un prestigioso spazio museale, quello di Andrée Chedid, vicino a Parigi.

1 commento a Un grande tappeto pieno di poesie … al sapore del te’ Anche un marchigiano, unico italiano, tra i selezionati di questo progetto francese

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>