bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
gennaio: 2019
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Cultura. Jimi Hendrix illustrato da Moebius: l’incontro di due geni

Hendrix_Moebius_ilustracion_2

By  Cultura inquieta

Raramente c’è un evento di queste dimensioni nella realtà, l’incontro tra due geni. Uno dei migliori illustratori del mondo decide di disegnare uno dei musicisti più iconici e personali del 20 ° secolo.

Raccontano fonti presumibilmente affidabili che, prima di salire sul palco, Jimmy Hendrix ha tagliato un paio di francobolli dalla sua carta LSD. Le ha attaccate sulla fronte e le ha coperte con il fazzoletto che ha avvolto intorno alla sua testa. O almeno è quello che dice la leggenda. Nessuno lo ha confermato o negato, ma forse ci piace credere che abbia eseguito quel piccolo rituale, per qualche ragione ha più senso di quello che è realmente accaduto. Abbiamo bisogno del mito. In un’altra epoca, si parlava senza dubbio di possesso, il pubblico estatico vedrebbe Dioniso suonare sul palco. Oggi abbiamo solo un effetto chimico e un gesto inesistente per credere che la chitarra e quell’enorme musica siano ancora collegate alla realtà.

Hendrix_Moebius_ilustracion_8

Un terzo occhio lampeggia sotto la banda. Hendrix è lo sciamano, lo stregone che prende in giro le leggi fisiche che mantengono l’immaginazione chiusa dentro i teschi. La sua musica è un’eco che ci dà l’orografia di un altro mondo, un mondo in cui puoi camminare, nuotare, dissolversi.

Hendrix_Moebius_ilustracion_7 Hendrix è l’incantatore del fuoco. Ogni suono emerge come una nuvola di fumo che si alza nell’aria e forma figure che acquisiscono corpo e vita propria. Organismi che strisciano come teneri tentacoli che ispezionano tutto, che si evolvono e sviluppano squame, occhi, gambe.

Hendrix_Moebius_ilustracion_6Moebius è semplicemente uno zoologo, un esploratore che prende un’attenta registrazione delle creature impossibili che hanno trovato il suo habitat nei paesaggi sonori di Hendrix. Disegna in dettaglio ciò che i suoni dettano alle tue orecchie, insegui gli abitanti di quel mondo nei loro nascondigli, partecipa al tribunale, registra le cerimonie, segui la via del profeta vedendo come decompone la realtà ad ogni passo.

Hendrix_Moebius_ilustracion_3Ma poi la musica si ferma.  Moebius rilascia la matita, Hendrix abbandona la chitarra, l’ago smette di strappare l’acetato. Tutto è ancora al suo posto, non è successo niente, o quasi nulla. Il tempo passa mentre i pianeti di questi due geni si allontanano nelle loro orbite.

Hendrix_Moebius_ilustracion_2

 

Hendrix_Moebius_by cultura inquieta_

Hendrix_Moebius_by cultura inquieta_

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>