bacheca social

FAI UNA DONAZIONE





Sostieni questo progetto


DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 10 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Cultura. Sassoferrato, città d’arte e di poesia. Omaggio a Raul Lunardi, 1905-2004.

Raul-lunardi

di Stefano Bardi

Sassoferrato, piccolo paese dell’entroterra anconetano di appena 7.177 abitanti sorto nel 295 a. C. Paese questo immerso nell’arte religiosa e civile, come è dimostrato dalla Chiesa di San Francesco, dalla Chiesa di Santa Chiara, dall’Abbazia di Santa Croce, dal Palazzo Comunale, dal Palazzo Oliva e da tanti altri monumenti. Un paese ricco […]

Continua a leggere Cultura. Sassoferrato, città d’arte e di poesia. Omaggio a Raul Lunardi, 1905-2004.

Dialoghi in corso. Il “rosario pride”? È figlio del multiculturalismo progressista

Fonte internet

Fonte internet

di Elettra Santori

Anche chi non nutre una particolare avversione verso questo governo gialloverde, non potrà non avvertire, purché laico per credo e per formazione, i fastidiosi sintomi di una reazione allergica di fronte a tanto esibir di immaginette da Pietrelcina, baciar di ampolle splatter in omaggio a San Gennaro nel Duomo […]

Continua a leggere Dialoghi in corso. Il “rosario pride”? È figlio del multiculturalismo progressista

Dialoghi in corso. Le iene e il cane pastore

Fonte internet

Fonte internet

di Carlo Formenti

ando mio padre, accusato di propaganda sovversiva, si trovò davanti al giudice fascista, si attenne alla consegna ricevuta dal partito, negò cioè tutto, anche l’evidenza. Ebbe però la sorpresa di veder comparire sul banco dei testimoni un “compagno”, il quale gli disse in dialetto milanese (traduco in italiano): <<lascia […]

Continua a leggere Dialoghi in corso. Le iene e il cane pastore