newsletter

Red Poet (Documentary Film about Jack Hirschman)

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

BLANCHE ACOUSTIC DUO

Ritratti di Mariangela Paradisi

copertina

copertina

 

Il battito d’ali di una farfalla genera un uragano, dice la teoria del caos. E il destino è un burlone. E dunque i ritratti di quindici personaggi immaginari raccontano piccole storie possibili che li legano l’un l’altro senza che essi mai, o quasi mai, ne siano consapevoli. La vita dell’economista s’intreccia alla vita del contadino genio della matematica. L’imprenditore è vittima inconsapevole del tagliatore di pelli. Il volontario vendica il barbone, il quale sconta, lui sì consapevolmente, la sua invidia sociale e ingordigia. La badante polacca cucina di nascosto i suoi cibi per una vecchia che era stata moglie del principe del Foro. La segretaria lesbica svela l’arcano dell’avvocato che ha perso tutto. Il cacciatore sconta nel più ridicolo dei modi la sua voglia di morte. Il bibliotecario è uomo metodico e lento, ma è l’involontario strumento del destino burlone. E poi c’è l’insegnante che ricorda il preside ormai defunto, il sarto dallo specchio magico e l’amante che ormai vecchio ricorda l’amore che per vigliaccheria non ha saputo cogliere.
Il destino burlone, nel bene e nel male, fa i suoi scherzi e usa i personaggi.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>