newsletter

mercoledìcinemaCinelinguaggi

Nelle tiepide notti d'estate, gli spettatori potranno godersi l'esperienza estiva del cinema seduti comodamente, esplorando il rapporto emozionale tra cinema e musica. Potranno anche, dopo la proiezione, dilungarsi, parlando di cinema degustando del buon vino e ascoltando musica.

11.07 “Jersey Boys” di Clint Eastwood

18.07 “The Rocky Horror Picture Show” di Jim Sharman

25.07 “Tutti per uno” di Richard Lester (il primo film dei Beatles).

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

Porto Recanati. Viaggio nell’ associazionismo. TABOR SGB Porto Recanati Incontro e ascolto

Internet

Internet

Vogliamo provare a delineare un percorso informativo nel variegato patrimonio associativo, che nel nostro territorio rappresenta un punto di riferimento per la socialità, la solidarietà e la cultura popolare. Un patrimonio che va rilanciato e sostenuto nella sua peculiare funzione di tenuta della coesione sociale e del tessuto solidale del paese.

 

TABOR SGB Porto Recanati

Incontro e ascolto

di Ludovica Cesari

L’Associazione di volontariato TABOR S.G.B. nasce nel 2000 con l’impegno di realizzare progetti concreti a favore delle famiglie in difficoltà, dei senza fissa dimora e di quanti si trovano in uno stato di bisogno.

I servizi che offriamo si sintetizzano nell’opportunità di essere punto di riferimento per le situazioni di disagio sociale e di marginalità. L’Associazione di volontariato per raggiungere queste finalità utilizza un luogo di incontro in cui si accolgono e si ascoltano persone singole e famiglie che hanno l’urgenza di ricevere beni alimentari e vestiario. I volontari preparano pacchi alimentari e partecipano alle raccolte di beneficenza, distribuiscono vestiti e offrono spazi di ascolto psicologico professionale. Le necessità primarie di questi utenti e le loro richieste sono viste in una cornice di lavoro di rete, in cui ci si mette in contatto con gli Enti Pubblici o altre associazioni che possano dare risposta alle specifiche questioni problematiche e in cui si considera come costruttivo un atteggiamento che non renda la persona-utente passiva ma coinvolta nelle attività dell’associazione, protagonista della propria vita e responsabile delle proprie scelte.

È per questo che gli operatori volontari cooperano con i Servizi Sociali del Comune e l’Informagiovani, sostenendo e allargando il campo d’azione e le stesse opportunità di dare voce e risposta ad esigenze importanti che non possono venire ignorate. L’aiuto è concreto e si avvale in larga misura anche dei rapporti di rete non formali grazie ai quali si può dare ascolto alle necessità relative a temi quali casa, lavoro, affido. Il grande contributo umano che ne deriva si traduce il più delle volte in un sostegno di tipo educativo rivolto soprattutto a persone di altre culture per accorciare le distanze in modo da rendere possibile un discorso comune sugli obiettivi di salute e istruzione.

A tal proposito, la collaborazione con l’associazione CSI Arcobaleno, che ha messo a disposizione i pulmini per il trasporto, ha creato le condizioni affinché fosse possibile strutturare un doposcuola per i bambini delle elementari in cui si potesse dare il giusto valore e i giusti spazi all’integrazione culturale, vista la varietà di etnie e quindi di storie che caratterizzano il nostro territorio. L’aggiunta di altri spazi in cui fare aiuto compiti oltre ai locali dell’Hotel House ha offerto l’opportunità di fare esperienza dei luoghi messi a disposizione dalle parrocchie in centro città, mentre la creazione di momenti di laboratorio-gioco per favorire lo sviluppo delle abilità sociali insieme a volontari formati, ha contribuito a rendere la conoscenza dell’altro e l’incontro con le differenze il cuore dell’azione dei volontari.

Nonostante alcune criticità, l’associazione si propone di continuare a offrire questi servizi e implementarne l’efficacia, consapevole dei vantaggi a lungo termine per la comunità in termini di qualità sia dei rapporti con gli enti, sia delle relazioni tra i cittadini, dei modelli pro sociali, e quindi della natura delle nuove generazioni.

 

 

Le persone che vogliono conoscere l’associazione e/o prestare servizio volontario possono scrivere alla e-mail taborsbg@virgilio.it o telefonare in Parrocchia San Giovanni Battista di Porto Recanati (MC) allo 071 7591048.

Stiamo cercando volontari!

Contattaci per partecipare alla vita dell’associazione!

 http://www.parrocchiasangiovanni.net

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>