newsletter

Red Poet (Documentary Film about Jack Hirschman)

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

BLANCHE ACOUSTIC DUO

Castelfidardo, sabato 11 arriva la musica classica giapponese con Togi, Furusawa e Coba

TFC55_6-2

Manifesto

Castelfidardo, sabato 11 arriva la musica classica giapponese con Togi, Furusawa e Coba

Una magia in note capace di unire continenti, culture, tradizione e innovazione. Castelfidardo si conferma capitale mondiale della fisarmonica con un evento di raro spessore: i TFC 55 in concert, acronimo che sta per il tris d’assi orientali Togi, Furusawa e Coba. Accade al teatro Astra sabato 11 giugno alle 21 coniugando una serie di importanti combinazioni: il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Giappone e Italia, l’omaggio al maestro Gervasio Marcosignori, la comunione di intenti fra l’omonima associazione, istituzioni e sponsor tesa ad attivare un meccanismo virtuoso che promuova con continuità la fisarmonica ai più alti livelli. Un progetto cui hanno aderito tre calibri da novanta, onorati di calcare un palco autorevole per chi ama lo strumento ad ancia: Hideki Togi, testimonial del Gagaku, musica classica ed elegante di stanza nelle corti imperiali del Giappone antico e medievale; Iwao Furusawa, violinista di fama mondiale che all’impostazione classica accompagna sempre nuove e sorprendenti soluzioni; Yasuhiro “coba” Kobayashi, compositore e rivoluzionario fisarmonicista campione di vendite e notorietà alla stregua delle più acclamate star del pop. Tre “numeri uno” accompagnati da un quartetto pianoforte, chitarra, basso e batteria che permetterà di apprezzare l’inedita ed affascinante fusione tra musica giapponese e occidentale, un incrocio fra rock, brani antichi e riletture contemporanee tali da creare un ideale ponte tra culture ed epoche storiche. Il “gancio” fra questi mondi è coba, al secolo Yasuhiro Kobayashi, un’icona pop nel suo Paese, un’artista poliedrico, ambasciatore della fisarmonica in ogni angolo del pianeta, compositore di grido (sua fra l’altro la colonna sonora dei Pokèmon), un innovatore che ha meritato i più grandi riconoscimenti e coltivato le più prestigiose collaborazioni (come quella con Bjork) esplorando generi e settori. Ed è a Castelfidardo che coba ha compiuto giovanissimo gli studi di fisarmonica conservando un forte legame in particolare con il suo primo maestro ed amico, Valentino Lorenzetti, oggi vicepresidente dell’associazione Marcosignori: è in virtù di questa amicizia che il musicista ha accettato l’invito ad esibirsi gratuitamente con la formazione TFC55, un ensemble prodigioso mai immaginato prima che apre nuovi orizzonti nel rispetto dei vari stili: ecco così che il programma spazierà fra canzoni giapponesi, Libertango, musica da film, pezzi originali di ciascun artista e l’esibizione di Hideki Togi in costume tradizionale gagaku. Il concerto è organizzato dall’Associazione culturale Gervasio Marcosignori con il patrocinio di Regione Marche (assessorato alla Cultura e Turismo), Comune di Castelfidardo, Fondazione Carilo, Proloco e la fattiva la collaborazione di numerosissimi sponsor che hanno creduto fortemente nel progetto. L’incasso (biglietto a 10 euro, prevendite in corso presso la Proloco in piazza della Repubblica; Tel. 071.7823162 – Email info@proloco-castelfidardo.it) verrà devoluto ad altri organizzatori con l’impegno di promuovere una catena di eventi in favore della divulgazione della fisarmonica, in memoria del “Poet of accordion” Marcosignori e dell’immagine di Castelfidardo. E’ questo, infatti, lo spirito filantropico che anima l’intera iniziativa: mettere in moto una macchina virtuosa che favorisca il fiorire di eventi culturali tessendo una rete collaborativa e solidale con le altre associazioni del territorio, e non solo. Un pensiero condiviso dallo stesso Kobayashi, ben lieto di partecipare a quello che si preannuncia essere il primo di una lunga serie di concerti. Assieme ai colleghi, il fisarmonicista ha infatti raccolto l’invito a suonare gratuitamente nella patria della fisarmonica per sostenere le finalità dell’associazione che a sua volta sosterrà ogni spesa organizzativa grazie alla generosità degli sponsor: Eko Music Group, Garofoli Porte, Cisel, Zannini, Tecnostampa, UBI Banca Popolare Ancona, BCC Credito Cooperativo di Filottrano, Unipol Sai di Osimo, Confartigianato, Cna, Rossini Pianoforti, Maxim’s Group, Bugari Armando, Beltuna, Orla, Dino Baffetti, Osteria da Pippo, Trattoria Dionea, ristorante e pizzeria La Grotta, Foridra, Sinova, Borselli e Staffolani, Frontini Antonio, Cooperativa Rabini e un concittadino di grande sensibilità. Il concerto sarà anche un’occasione per far conoscere Castelfidardo, la sua ospitalità e le eccellenze del distretto produttivo in Giappone. La serata, presentata da Alvin Crescini, sarà infatti ripresa dalle telecamere della NHK – l’emittente nazionale giapponese considerata la “BBC del Sol Levante” – e parti del girato verranno utilizzate nelle puntate di “Lezioni d’italiano” trasmesse in Giappone, a partire da ottobre 2016, per NHK Educational.

Associazione culturale Gervasio Marcosignori

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>