newsletter

  • Matthew Stafford, Lions breeze by struggling Giants 19/09/2017
    Matthew Stafford, Lions breeze by struggling Giants  NFL.comMatthew Stafford's eyes, arm, feet live up to his big-money deal  ESPN (blog)Matthew Stafford, Lions Beat Eli Manning, Giants in Odell Beckham's '17 Debut  Bleacher ReportGiants' offense remains a disaster in 24-10 loss to Lions | Takeaways  NJ.comGiants feeling sense of urgency to rebound against Lions  NewsdayFull coverage
  • Andrew Bogut to sign with Lakers for 1 year, $2.3 million 19/09/2017
    Andrew Bogut to sign with Lakers for 1 year, $2.3 million  ESPNAndrew Bogut, Lakers Agree to 1-Year Contract After 1 Season with Mavs and Cavs  Bleacher ReportAndrew Bogut reportedly signs 1-year deal with the Lakers  SB NationReports: Lakers to sign Andrew Bogut to one-year deal  NBCSports.comAgent: Andrew Bogut agrees to one-year deal with Lakers  Yahoo SportsFull coverage
  • The US Will Act on North Korea Missiles That Pose a Threat, Mattis Says 19/09/2017
    The US Will Act on North Korea Missiles That Pose a Threat, Mattis Says  BloombergMattis: No Need Yet to Shoot Down NKorean Missiles  U.S. News & World ReportJim Mattis Hints at Secret Military Options for North Korea  Wall Street Journal (subscription)Transcript: US Secretary of State Rex Tillerson on "Face the Nation," Sept. 17, 2017  CBS NewsFull coverage
  • The 'ethnic cleansing' of the Rohingya 19/09/2017
    The 'ethnic cleansing' of the Rohingya  Washington PostWestern powers urge Myanmar's Suu Kyi to push for end to violence  ReutersRohingya crisis: Aung San Suu Kyi to address Myanmar  BBC NewsLIVE: Myanmar ready to verify refugees status at any time to aid return, Aung San Suu Kyi breaks silence on Rohingya ...  Hindustan TimesFull coverage
  • Ex-Fox News guest alleges she was raped by host Charles Payne, sues network 19/09/2017
    Ex-Fox News guest alleges she was raped by host Charles Payne, sues network  New York Daily NewsFox News Calls New Charles Payne Lawsuit “Shameful”; Accuser Claims Host Raped Her – Update  DeadlineCharles Payne, Fox News Sued by Political Commentator Who Says She Was Raped  Hollywood ReporterFox News Guest Says Rape Allegation Blacklisted Her  New York TimesFull coverage
  • Hurricane Maria grows into a Category 5 storm and makes landfall in the storm-battered Caribbean 19/09/2017
    Hurricane Maria grows into a Category 5 storm and makes landfall in the storm-battered Caribbean  Los Angeles TimesHurricane Maria heads for Irma-damaged areas as a Category 5 storm  New York PostHurricane Maria is now a Category 5  STLtoday.comFull coverage
  • Trump to lay out vision of US role in the world, focusing on 'outcomes, not ideology' 19/09/2017
    Trump to lay out vision of US role in the world, focusing on 'outcomes, not ideology'  Washington PostTrump sets sights on Iran, North Korea in major UN speech  CNNTrump to hail Iranian people as a threat to regime's status quo  PoliticoFull coverage
  • Pelosi event disrupted by protesters 19/09/2017
    Pelosi event disrupted by protesters  CNNNancy Pelosi shouted down by pro-immigration protesters in California  CBS NewsNancy Pelosi shouted down in California as she pushes deal to protect 'Dreamers'  Sacramento BeeWatch Pelosi get shouted down by young immigrants at Dream Act event  The San Diego Union-TribuneFull coverage
  • Call about suspicious man was made by Georgia Tech student killed by police, investigators say 18/09/2017
    Call about suspicious man was made by Georgia Tech student killed by police, investigators say  Washington Post3 arrested during protest at Georgia Tech after vigil  SFGateScout Schultz made 911 call about suspicious man on campus before being fatally shot by police  New York Daily NewsThree arrested in violent Georgia Tech protests after police shoot student  Atlanta Journal ConstitutionFamily of […]
  • Senate passes $700B defense bill 18/09/2017
    Senate passes $700B defense bill  The HillSenate passes defense bill, leaving several controversial policies unresolved  Washington PostSenate Passes $700 Billion Pentagon Bill, More Money Than Trump Sought  New York TimesSenate Votes to Buy More Military Planes Than Pentagon Requested  BloombergFull coverage
  • Exclusive: US government wiretapped former Trump campaign chairman 18/09/2017
    Exclusive: US government wiretapped former Trump campaign chairman  CNNFormer Trump Campaign Chief Reportedly Under Intermittent FBI Surveillance From 2014 Until This Year  Slate Magazine (blog)Manafort To Be Indicted? Was Trump Tower Wiretapped? First Thoughts on Two Big Scoops  National ReviewWho is Paul Manafort again? And how does he fit in FBI's Russia probe?  The San Diego Union-TribuneUS investigators wiretapped […]
  • Environmental and outdoor groups vow to fight national monument reductions 18/09/2017
    Environmental and outdoor groups vow to fight national monument reductions  Washington PostTrump's Interior Department recommends shrinking the borders of six national monuments  The VergeProspect of timber harvesting in Katahdin Woods and Waters raises questions  Press HeraldShrink at least 4 national monuments and modify a half-dozen others, Zinke tells Trump  Washington PostInterior Report Recommends Cuts or Changes to Seven National […]
  • The former Soviet officer who trusted his gut — and averted a global nuclear catastrophe 18/09/2017
    The former Soviet officer who trusted his gut — and averted a global nuclear catastrophe  Washington Post'The man who saved the world' died and the world didn't notice — Who was Stanislav Petrov?  Atlanta Journal ConstitutionMan Who Saved the World From Nuclear Armageddon in 1983 Dies at 77  GizmodoFull coverage
  • Trump says he wants a massive military parade down Pennsylvania Avenue on July 4 18/09/2017
    Trump says he wants a massive military parade down Pennsylvania Avenue on July 4  Washington PostTrump considering holding DC military parade on July 4th  The HillTrump wants his own military parade after being wowed by France's  PoliticoTanks and missiles on Pennsylvania Avenue! Trump says he may have a giant military parade next Fourth of July like ...  Daily MailFull […]
  • Toys 'R' Us Plans Bankruptcy Filing Amid Debt Struggle 18/09/2017
    Toys 'R' Us Plans Bankruptcy Filing Amid Debt Struggle  BloombergToy companies' shares tumble on concerns of Toys 'R' Us bankruptcy  ReutersA dot-com era deal with Amazon marked the beginning of the end for Toys R Us  QuartzFull coverage

Istat, i giovani del 2016: poco occupati, poco coinvolti. Sei su 10 vivono con i genitori, il 42% sogna un futuro all’estero

di Rosaria Amato – da Repubblica.it

Rapporto Annuale: il presidente Alleva, “crescita persistente, anche se a bassa intensità”. Oltre il 46% dei ragazzi figli di immigrati e il 42% dei loro coetanei italiani vorrebbe andar via dall’Italia. Aumentano le disuguaglianze: il futuro determinato dalla posizione dei genitori. L’aumento dell’occupazione si limita agli ultracinquantenni, per i trentenni il lavoro è sempre più precario e spesso di livello inferiore al loro titolo di studio

(imagoec)

(imagoec)

ROMA – I grandi cambiamenti della Generazione della ricostruzione, l’impegno e le aspettative dei Baby boomers, le prime difficoltà della Generazione di transizione, lo smarrimento dei Millennials, trincerati in casa con i genitori e all’inseguimento di un lavoro che non c’è, fino all’alienazione della Generazione delle Reti, sempre connessi, cosmopoliti, con lo sguardo ormai irrimediabilmente rivolto verso gli altri Paesi.

Il Rapporto Istat di quest’anno coincide con il novantesimo compleanno dell’Istituto, e non resiste alla tentazione di tracciare un efficace ritratto, una narrativa per dati dell’evoluzione del Paese dal dopoguerra ai giorni nostri. Con un’istantanea del presente non molto entusiasmante: “L’Italia sta finalmente uscendo da una recessione lunga e profonda senza termini di paragone nella storia di cui l’Istat è stato testimone in questi 90 anni”, dice il presidente Giorgio Alleva, aggiungendo che adesso finalmente il Paese “sperimenta un primo, importante momento di crescita persistente, anche se a bassa intensità”. E con qualche proiezione futura, non molto confortante: “Le dinamiche demografiche comporteranno un miglioramento piuttosto modesto del grado di utilizzo dell’offerta di lavoro” e pertanto “nel 2025 il tasso di occupazione resterà dunque prossimo a quello del 2010, a meno che non intervengano politiche di sostegno alla domanda di beni e servizi e un ampliamento della base produttiva”, si legge nel rapporto.

In altre parole, la produzione industriale sta crescendo, si riprendono anche manifattura e costruzioni, l’occupazione aumenta, le politiche familiari di riduzioni dei consumi rallentano. Ma nella sostanza il Paese non va più avanti: l’occupazione cresce solo perché i cinquantenni rimangono al lavoro ben oltre i 60 per via delle riforme pensionistiche, mentre il tasso di occupazione dei giovani cala drammaticamente. Sempre più trentenni rimangono in casa con i genitori, si formano meno famiglie, nascono meno bambini. In passato la laurea era un forte fattore di spinta e di miglioramento sociale, ma adesso neanche l’istruzione superiore mette al riparo i giovani dalla precarietà e dalla disoccupazione, o dalla sottoccupazione, della quale sono le vittime principali. Quello che davvero fa sempre più la differenza è nascere nella famiglia giusta, in Italia ma in fondo anche in Europa: c’è una correlazione sempre maggiore tra il livello professionale dei genitori, la proprietà della casa e la posizione dei figli.

Rimangono alcune chance, per i più volenterosi: nel 2015 così come nel 1991 continua ad avere alte possibilità di occupazione chi si laurea in ingegneria, materie scientifiche o del gruppo chimico-farmaceutico; il voto finale alto è quasi sempre un fattore di vantaggio, e lo è anche la partecipazione a programmi di mobilità studentesca all’estero, come l’Erasmus. Però bisogna fare molta fatica per emergere, e non stupisce che il 46,5% dei ragazzi stranieri che vivono in Italia sognino di vivere all’estero da grandi, un’aspirazione che condividono con i loro coetanei italiani (42,6%).

Pochi giovani. Se in Italia si diventa anziani sempre più tardi, dal momento che gli uomini di 73 anni e le donne di 75 di oggi hanno la stessa speranza di vita di un sessantacinquenne del 1952, il numero di giovani si riduce sempre di più. Attualmente meno del 25% della popolazione italiana ha un’età compresa tra 0 e 24anni, una quota che si è dimezzata dal 1926 ad oggi. Si tratta di una delle percentuali più basse in Europa. Il 2015 è stato un anno record per il calo delle nascite, sono state 488.000, 15.000 in meno rispetto al 2015, con la fecondità che diminuisce per il quinto anno consecutivo, attestandosi a 1,35 figli per donna.

Sei giovani su dieci vivono con i genitori. Il 62,5% dei giovani tra i 18 e i 34 anni vive ancora con i genitori, con una forte differenza tra le donne (56,9%) e gli uomini (68%), ma soprattutto una consistente differenza con la media europea, che si attesta al 48,1%. Ma se si guarda ai più giovani le percentuali sono ancora maggiori: nel 2015 vive con la famiglia il 70,1% dei ragazzi di 25-29 anni e il 54,7% delle coetanee, vent’anni fa le percentuali erano del 62,8% e del 39,8%. Tutto viene spostato in avanti, a cominciare dal matrimonio, si sposta il primo figlio e anche l’età nella quale si diventa nonni. Non si tratta di pigrizia, però: i Millennials sperimentano in modo massiccio le difficoltà del mercato del lavoro, che taglia posizioni soprattutto tra i più giovani, non garantisce stabilità e penalizza le retribuzioni.

Giovani, (carini?) e disoccupati. Il Rapporto Istat dedica al mercato del lavoro il capitolo 3, ma stavolta la chiave di lettura è “per generazione”. E non potrebbe essere altrimenti, visto che il problema dell’Italia non è tanto che l’occupazione si stia riprendendo lentamente, e che comunque il livello del 2008 non sia stato ancora recuperato, quanto il fatto che gli occupati crescano soprattutto nella fascia di età 50-64 anni (più 1,5% rispetto al 2014 e più 9,2% rispetto al 2008). E dunque non si tratta di un vero aumento, quanto di una maggiore permanenza, dovuta alle riforme previdenziali. Mentre il tasso di occupazione dei giovani rimane particolarmente basso, al 39,2% contro il 50,3% del 2008. Inoltre “il percorso più tradizionale, in cui alla fine degli studi segue un lavoro permanente, è stato via via sostituito dall’ingresso con lavori a termine. Neanche la laurea salvaguarda particolarmente i giovani, perché il tasso di occupazione di un laureato di 30-34 anni è passato dal 79,5% del 2005 all’attuale 73,7%. E infine tra i giovani il tasso dei sovraistruiti (in possesso di un titolo di studio superiore rispetto al lavoro che fanno) è triplo rispetto a quello degli adulti.

Fuga dalla politica, meglio i social. Negli anni la partecipazione politica è decisamente diminuita. Era molto alta per la generazione “della ricostruzione” e per quella successiva, mentre per le ultime due generazioni prevale la partecipazione sociale, che però per i più giovani diventa sempre di più “social”, legata al forte uso delle nuove tecnologie, marcato soprattutto per i figli di immigrati.

Eppure i giovani imprenditori sono più bravi. Peccato che i giovani siano tenuti così a margine nella società italiana, perché quando hanno l’opportunità dimostrano di valere molto. Per esempio nelle microimprese, che rappresentano oltre il 85% delle unità produttive italiane, le aziende guidate da imprenditori giovani hanno aumentato i posti di lavoro più che quelle guidate da imprenditori anziani.

Disuguaglianza in aumento, ascensore sociale bloccato. L’Italia ha avuto un incremento record della disuguaglianza, passata, secondo la misurazione dell’indice di Gini, dallo 0,40 del 1990 allo 0,51 del 2010. Le ragioni non sono così difficili da trovare, sono legate soprattutto agli squilibri del mercato del lavoro, che a loro volta dipendono moltissimo dalle condizioni di partenza. L’Italia è tra i Paesi dove è maggiore infatti il vantaggio degli individui con status di partenza “alto”, cioè che a 14 anni vivevano in una casa di proprietà e che avevano almeno un genitore laureato e con professione manageriale. Al contrario, ci sono sempre più minori a rischio di povertà perché i genitori sono disoccupati o hanno uno stipendio basso. Per cui per i minori l’incidenza della povertà relativa è salita dall’11,7% al 19% tra il 1997 e il 2014, mentre per gli anziani si è dimezzata nello stesso periodo, passando dal 16,1 al 9,8%.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>