newsletter

Specchiomagazine Libri

 
Specchiomagazine Libri Incontro tra storie e lettori
Gruppo Facebook · 3 membri
Iscriviti al gruppo
 

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

”dar colore agli invisibili”. Sciopero terziario, corteo ad Ancona

(ANSA) - ANCONA, 6 MAG - Lavoro: sciopero e manifestazione del terziario ad Ancona per rinnovo contratto.

(ANSA) – Lavoro: sciopero e manifestazione del terziario ad Ancona per rinnovo contratto.

Ansa

Baristi, cuochi e addetti alle pulizie e alle mense

Baristi, cuochi, addetti alle pulizie e alle mense, dipendenti di agenzie di viaggio e farmacie private: in 500, al grido di ”dar colore agli invisibili”, con ”striscioni visibili per i diritti invisibili”, alcune centinaia di addetti al terziario hanno sfilato in corteo nel centro di Ancona per chiedere il rinnovo del contratto di lavoro, scaduto da tre anni. La manifestazione, promossa in tutta Italia da Filcams-Cgil, Cisl-Fisascat e Uiltucs, interessa nelle Marche 15.000 lavoratori (un milione e mezzo in Italia) che operano in appalto per imprese private. Una delegazione di manifestanti è stata ricevuta in Prefettura.

In questo settore – hanno spiegato i sindacalisti – i contratti di lavoro sono in genere di poche ore settimanali, con retribuzioni che vanno da un minimo di 20 euro ad un massimo di 800 al mese, compresi la domenica e le festività. I dipendenti inoltre sono alla mercé dei cambi di appalto, basati sul massimo ribasso, che spostano la competizione sul costo del lavoro, mettendo in discussione l’occupazione, le tutele e i livelli di retribuzione acquisiti.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>