newsletter

mercoledìcinemaCinelinguaggi

Nelle tiepide notti d'estate, gli spettatori potranno godersi l'esperienza estiva del cinema seduti comodamente, esplorando il rapporto emozionale tra cinema e musica. Potranno anche, dopo la proiezione, dilungarsi, parlando di cinema degustando del buon vino e ascoltando musica.

11.07 “Jersey Boys” di Clint Eastwood

18.07 “The Rocky Horror Picture Show” di Jim Sharman

25.07 “Tutti per uno” di Richard Lester (il primo film dei Beatles).

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

Recanati. Gli Agostiniani a Recanati

GLI AGOSTINIANI A RECANATI

 

Giovedì 28 aprile alle ore 17,30  presso la sala ex Granaio di Villa Colloredo Mels si terrà l’incontro “Gli Agostiniani a Recanati”, a conclusione del corso “I beni culturali del territorio: la Chiesa e il convento di Sant’Agostino.” L’appuntamento, organizzato dall’Università d’Istruzione Permanente Don Giovanni Simonetti, avrà come relatore Padre Mario Mattei, storico agostiniano, priore del Cenobio Agostiniano della SS.ma Trinità di Viterbo. Nato a Secchiano in Valmarecchia nel1947, giunge a Recanati nel 1977 dove insegna Religione per otto anni all’ITIS, dà vita al Centro culturale Charles Peguy, accoglie nel1982 Don Giussani, ha un largo seguito fra i giovani recanatesi.  Si sposta poi per altri otto anni ad insegnare in Ancona, si trasferisce per venti anni a Bologna.

Dal 2003 viene inviato dal Padre Superiore Agostiniano in Vaticano a ricoprire la carica di Sagrestano del Papa per 5 anni, ruolo questo assegnato agli agostiniani sin dal 1352. In questa veste era custode delle “cose sacre del Papa”, come il tesoro papale e tutte le cappelle private tra le quali la Sistina, inoltre preparava il vestiario del Santo Padre prima di ogni Messa e riponeva il Santissimo Sacramento durante le celebrazioni nella Basilica di San Pietro. Terminato il mandato a Roma nel 2008, continua i suoi studi di storico agostiniano nel Cenobio agostiniano della SS.ma Trinità di Viterbo del quale è priore, nell’immensa Biblioteca che custodisce tutti i documenti della storia dell’ordine degli agostiniani. A Recanati ci illustrerà la storia degli agostiniani dal loro arrivo presso la nostra città nel 1200 fino al 1986.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>