newsletter

Specchiomagazine Libri

 
Specchiomagazine Libri Incontro tra storie e lettori
Gruppo Facebook · 3 membri
Iscriviti al gruppo
 

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

Migranti. Caritas, ‘Rifugiato casa mia’: giovani accolti in famiglia

Card. Menichelli e Pesco (ANSA)

Card. Menichelli e Pesco (ANSA)

ANSA

Di fronte al fenomeno dei migranti dobbiamo “risvegliare un pò di generosità, che non è frutto dell’abbondanza ma della consapevolezza. La consapevolezza che c’è un altro che ha diritto come me di stare in un luogo che non è di nessuno: il creato”. All’indomani del viaggio di papa Francesco a Lesbo, il card. Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona e Osimo, ha presentato il progetto della Caritas diocesana per l’accoglienza nelle famiglie di un piccolo gruppo di giovani rifugiati, “Rifugiato a casa mia”. Un’iniziativa, nazionale, che va ad aggiungersi alle numerose altre in corso nella Diocesi. Quattro ragazzi fra i 19 e i 20 anni, provenienti dal Gambia, dalla Somalia e dal Ghana, e in possesso del permesso di soggiorno, vengono accolti per sei mesi (tre in altrettante famiglie e uno in un appartamento parrocchiale), in un percorso che prevede il coinvolgimento di famiglie tutor e possibili tirocini formativi in aziende del territorio. Al progetto collabora l’Anolf Cisl.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>