newsletter

Specchiomagazine Libri

 
Specchiomagazine Libri Incontro tra storie e lettori
Gruppo Facebook · 3 membri
Iscriviti al gruppo
 

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

Cinelinguaggi. Redacted di De Palma, approfondimento e dibattito fino a tarda notte col docente Claudio Gaetani

12938324_10206677412870345_8969489964386870133_n

La sala del Circolo di lettura e conversazione

Pubblico in sala

Pubblico in sala

Il prof. Claudio Gaetani

Il prof. Claudio Gaetani

Pubblico in sala

Pubblico in sala

Prima serata di successo della rassegna “Cinelinguaggi” con il film di Brian De Palma “Redacted” (parola che significa “controllato”, “vagliato” da un censore), opera geniale, scomoda, durissima, in cui il regista americano (che torna a livelli altissimi dopo una serie di film troppo manieristici) riprende la guerra in Iraq non dalla prospettiva oggettiva della macchina cinema (come aveva fatto in “Vittime di guerra”), ma facendo parlare direttamente le “immagini”.

"Redacted" di Brian De Palma

“Redacted” di Brian De Palma

Lo stupro e l’assasinio di una giovane quindicenne da parte di alcuni soldati Usa è così documentato attraverso le fonti più disparate: il reportage di un commilitone americano, il fittizio film di una troupe francese, i telegiornali locali, le conversazioni in chat dei soldati con i parenti, video caricati su youtube da persone comuni, e altro ancora.

"Redacted" di Brian De Palma

“Redacted” di Brian De Palma

Una riflessione ambiziosa e cupa sul potere enigmatico delle immagini (tema attorno a cui ruota tutta l’opera di De Palma), sulla loro capacità di “creare” senso (il film è, a tutti gli effetti, l’apoteosi della falsità; tutto è ricreato a tavolino, ma è anche tutto incredibilmente reale), sulla loro influenza nel mondo circostante (come cambia la guerra nell’era delle videocomunicazioni?

I video trasmessi dai media sono un mezzo per documentare la realtà o per distorcerla, anche da parte dei soldati stessi (i terroristi che riprendono le tremende esecuzioni dei prigionieri, l’ingenua stupidità dei giovani commilitoni americani, che vogliono “fotografare” le atrocità della guerra per entrare in prestigiose scuole di cinema).

Approfondimento e dibattito con il Prof. Claudio Gaetani dell’Unimc che ha tenuto nella sala predisposta nel Circolo di lettura e conversazioone fino a tarda notte i cinefili intervenuti. Prossimo appuntamento il 14 aprile con Diabolik di Bava.

"Redacted" di Brian De Palma

“Redacted” di Brian De Palma

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>