newsletter

Specchiomagazine Libri

 
Specchiomagazine Libri Incontro tra storie e lettori
Gruppo Facebook · 3 membri
Iscriviti al gruppo
 

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

Arte.it. Idill’io in carrozza

Idill’io in carrozza

Idill’io in carrozza

Nella galleria Idill’io di Pio Monti a Recanati sono esposte le opere di Tommaso Lisanti, uno dei maggiori artisti visionari italiani degli ultimi decenni. Tra queste vi è l’opera “La Carrozza Fantasma”, rappresentazione di una vettura ottocentesca in perfetto stile design, sovrastata dal cappello nero del presunto cocchiere. L’immagine, vicinissima al linguaggio neoplastico per le sue forme puramente geometriche, è uno degli esiti più suggestivi dell’espressione pittorica dell’artista, ritrattista dal vero di alieni. Tra loro spicca Gino De Dominicis, creatore di opere immateriali, visionario e chiaroveggente. I due artisti si sono conosciuti e ciascuno ha apprezzato il lavoro dell’altro. Forse non è un caso se la carrozza fantasma è collegata all’opera “La Mozzarella in Carrozza” di De Dominicis. Gli elementi ci sono tutti, iniziando dallo sfondo bianco latte, che ricorda il colorito della morbida e fresca “mozzarella”, fino al cappello nero da mago.  “Lui era un mago di per sé, era un mago dell’arte” dirà in un’intervista Tommaso Lisanti. L’opera, dipinta con i soli colori primari, più il bianco e il nero, rivela le varie fasi dell’alchimia, arte per eccellenza e simbolo di evoluzione umana.

da Facebook

da Facebook

Il 1° aprile ricorre il compleanno di Gino De Dominicis. Con l’opera di Lisanti, Pio Monti, il primo ad acquistare nel 1972 la “Mozzarella in Carrozza” e a riproporla, in memoria dell’amico comune, lo stesso giorno nel 1999 a Villa Valcampana di Treia, compie oggi lo stesso omaggio. La “Carrozza Fantasma” sospesa in un chiarore abbagliante percorre un interminabile viaggio nella luce. E’ la magia bianca di De Dominicis, espressione autentica della costante energia che il suo lavoro diffonde. La Grande Opera è compiuta e non è uno scherzo d’aprile.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>