bacheca social

Un proiettore per Cinelinguaggi

Le donazioni raccolte attraverso la campagna #unproiettorepercinelinguaggi andranno a sostenere il progetto Cinelinguaggi per l'anno 2019. Una raccolta fondi finalizzata all'acquisto di apparecchiature adeguate all'iniziativa: un proiettore digitale con impianto audio. Ti chiediamo di prendere in considerazione l'idea di donare 5, 20, 50 euro o quello che puoi, per sostenere il nostro progetto. Puoi aiutarci donando un contributo volontario tramite carta di credito o PayPal. Per effettuare una donazione online, basta avere una carta di credito Visa, MasterCard, Postepay, American Express, Carta Aura, Maestro, Cirrus, ecc. Basta un click. Clicca sul tasto Donazione e segui le istruzioni. Dona ora!

FAI UNA DONAZIONE





VERSUS OFF “LA VOCE DELL’UOMO” TRIBUTO A ENDRIGO

La Russia è un posto strano

da Il Post

Le fotografie originali, immobili e malinconiche che Frank Herfort ha scattato girando per la Russia

Fairy Tale of Russia è una selezione fotografica dei diversi progetti che il fotografoFrank Herfort ha sviluppato visitando la Russia negli ultimi anni. Nelle foto di Herfort ogni soggetto sembra essere bloccato, o come ha spiegato lui stesso, sembra essere “in un profondo, paralizzante, sonno incantato”.


Nella serie Time in Between – da cui vengono alcune di queste fotografie – Herfort ha fotografato gli spazi chiusi (sale d’attesa, uffici, stazioni) e le persone che li occupano.

Le immagini sono state scattate a Mosca, San Pietroburgo e in altri posti della Russia, dove Herfort ha visto una grande differenza con l’Europa: «Nell’Europa occidentale tutto è così ben definito, così preciso: una sala d’attesa è una sala d’attesa, un ufficio è un ufficio. In Russia, al contrario, le stanze sono aperte all’interpretazione, hanno molti strati. E mi sembra che ci siano più persone sedute in queste stanze, ma a prima vista nessuno di loro sembra sapere cosa stanno facendo lì. Ho cercato di inserire questo tipo di persone nelle mie immagini».

Durante i suoi viaggi Herbert ha chiesto a molte persone di mettersi in posa per lui, ma invece di ritrarle in un modo classico ha cercato di sfruttare l’atmosfera spesso malinconica del luogo in cui si trovavano.

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>