newsletter

Specchiomagazine Libri

 
Specchiomagazine Libri Incontro tra storie e lettori
Gruppo Facebook · 3 membri
Iscriviti al gruppo
 

DONAZIONE

A tutti i nostri lettori . Andremo dritti al punto: vogliamo chiederti di proteggere l’indipendenza dello Specchio Magazine. Dipendiamo da donazioni di 10 € in media ma solo una piccola percentuale dei nostri lettori ci sostiene. Se tu e tutti coloro che stanno leggendo questo avviso donaste 2 €, potremmo permetterci di far crescere l’Associazione lo Specchio e le sue attività sul territorio. Tutto quello di cui abbiamo bisogno è il prezzo di una colazione o di una rivista nazionale. Questa è la maniera più democratica di finanziarci. Con il tuo aiuto, non negheremo mai l’accesso a nessuno. Grazie.

CLICK E DONA

Porto Recanati: nostalgia del passato e cammino verso il futuro

Riceviamo la nota del Movimento 5 Stelle

di Sauro Pigini

fregolismo

fregolismo

La stampa ci racconta le storie di coloro che in questi giorni si affannano in incontri, dichiarazioni, rispolverando antichi rituali. Già perché è ormai chiaro a tutti che, in città, un buon numero di rispettabilissimi concittadini sono impegnati a tessere fili per riuscire a mettere in piedi una coalizione che possa vincere le prossime elezioni comunali. E la cronaca puntualmente ci riporta a quel fermento sotterraneo che vede come protagonisti i troppi e soliti noti. La posta in gioco è alta: ci si muove per riconquistare Palazzo Volpini, e tuttavia questo non giustifica la scelta di chi pretende di cambiare pelle, facendo finta che niente sia successo. Resta l’amaro che sempre più cittadini avvertono nei confronti di questa politica che non riesce più ad essere rappresentativa. Sempre più cresce il distacco verso la politica così intesa e sempre più cresce la nostalgia del passato. Un passato assolutamente non privo di ombre ma che, comunque, vedeva la città protagonista di stagioni brillanti e di notorietà che ci hanno consentito di essere un’eccellenza rispetto a tante altre realtà balneari della costa adriatica. Porto Recanati, negli anni che l’hanno vista risplendere, era considerata il salotto sul mare per quei turisti che venivano a trascorrere il periodo feriale in un clima di tranquillità. Era una caratteristica che aveva un proprio target e che ha portato i suoi frutti a tutta la comunità locale. Oggi che identità vogliamo dare al nostro paese? La stagione balneare rappresenta la vita per Porto Recanati, bisogna fare l’impossibile per sostenere il successo del turismo.

Foto dal blog L'Argano

Foto dal blog L’Argano

Se c’è una cosa su cui tutti concordano, è quella che la città ha bisogno di ripartire. Nessuno però ci dice che cosa l’ha fatta fermare. Si potrebbe dire che è stato un destino crudele, ma non credo che il destino sia entrato tra i protagonisti. I protagonisti hanno tutti un nome ed un cognome e certamente tutti hanno operato con correttezza ed onestà. Sono i risultati che non hanno corrisposto alle aspettative! Ora iniziare un cammino verso il futuro, di cui tutti riconoscono l’importanza, con chi ha avuto le così dette “mani in pasta” non sembra essere una soluzione tra le più brillanti. Un sussulto di dignità civica da parte dei tanti cittadini che, con nostalgica rassegnazione, assistono sconsolati al progressivo tramonto della luce portannara, sarebbe più che auspicabile. E non certo per spirito vendicativo o di rivalsa verso qualcuno, ma semplicemente ed unicamente per riappropriarci del nostro futuro. La verità è che siamo stanchi di aspettare. Non vediamo l’ora di poter contribuire con il nostro impegno ed il nostro sudore per qualcosa che conti veramente, per migliorare il nostro paese. Il futuro inizia oggi: è il futuro di tutti noi, un appuntamento al quale non possiamo mancare, per il bene della nostra comunità e delle nostre famiglie. In fondo, solo un governo che viene dai cittadini può essere un governo per i cittadini. In questo, credo che ognuno di noi possa fare la differenza.

Sauro Pigini

"Il colosseo"

“Il colosseo”

Invia un commento

Puoi utilizzare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>